Home > Attualità > Una raccolta di fondi per completare il restauro della chiesa di san (...)

Una raccolta di fondi per completare il restauro della chiesa di san Felice

venerdì 12 ottobre 2007


POMIGLIANO D’ARCO. Occorrono circa 72 mila euro. I lavori da finanziare riguardano la sagrestia, la facciata della congrega prospiciente sul sagrato e la facciata principale della parrocchia.

“Carissimi, siamo convinti che voi tutti aspettavate questa nostra lettera informativa sullo stato dei lavori della chiesa dopo quasi quattro anni di restauro e manutenzione ed eccoci, perciò, a darvi le dovute informazioni e, per renderle più chiare ed efficaci, abbiamo voluto affidarle ad un gruppo di volontari che arriverà nelle vostre case a nome nostro”. Con queste parole inizia una lunga lettera che i sacerdoti della chiesa patronale della Città delle Industrie (don Peppino Gambardella, don Pasquale Cervone e don Mimmo Iervolino) hanno scritto di proprio pugno e consegnato ai volontari che, già da qualche giorno, stanno girando per le case della circoscrizione parrocchiale per raccogliere i fondi necessari al completamento dei lavori di restauro dell’edificio sacro. “Vi preghiamo di accoglierli, ascoltarli e di rendere lieto e piacevole il compito che è stato loro affidato- scrivono gli ecclesiastici-. Essi, oltre ad aggiornarvi sull’andamento e sull’esito dei lavori, vi parleranno anche della vita parrocchiale, comunicandovi la gioia di esserne parte. Come potete intuire, la loro visita avrà non solo carattere informativo ma anche propositivo: essendo ormai finiti i fondi disponibili, vi sarà chiesto un contributo per poter portare a termine i lavori tuttora in esecuzione. La cifra occorrente non è molto alta e siamo certi che, con la partecipazione di tutti i fedeli, potremo riuscire a farcela agevolmente”.
I lavori sono cominciati tre anni fa e hanno interessato tutto l’organismo strutturale dell’edificio, gli stucchi, le pitture, gli impianti tecnologici. Nel mese di luglio, è stato ultimato il restauro della facciata laterale della chiesa su via Toscano e il nuovo impianto di smaltimento delle acque piovane. I soldi spesi finora provengono in parte dalla Conferenza episcopale italiana con i fondi dell’otto per mille, da un prestito dalla Curia di Nola, dal Comune di Pomigliano d’Arco e da una precedente raccolta per un totale di circa 610 mila euro. Per ultimare la ristrutturazione occorrono altri 72 mila euro. “La consapevolezza che tutti insieme stiamo realizzando un’opera meritevole e utile per la comunità- concludono i tre religiosi- ci incoraggia a chiedervi questo ulteriore sacrificio”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.