Home > Politica > Pomigliano, I candidati rispondono ai commercianti: progetti ed iniziative (...)

Pomigliano, I candidati rispondono ai commercianti: progetti ed iniziative per far ripartire il commercio

domenica 21 marzo 2010, di Isabella Esposito


Pomigliano d’Arco: I sei candidati a sindaco hanno incontrato i commercianti presso il centro Paolo Borsellino. Un incontro nel quale l’ACIP, un movimento di commercianti nato spontaneamente, ha posto domande ai candidati alla carica di primo cittadino. Onofrio Piccolo per la coalizione di centro sinistra, Felice Romano per la Federazione di Sinistra, Raffaele Russo per la coalizione di centro destra,, Francesco Vigorita per la lista "Pomigliano città aperta", Salvatore Cioffi per la lista "Città, Bene Comune"e Luca Errico per il "movimento pomigliano cinque stelle":i protagonisti di tutte le tematiche poste dai cittadini del terzo settore. Il primo punto all’ordine del giorno ha posto l’attenzione su possibili incentivi che i politici potrebbero garantire ai commercianti pomiglianesi per la ripresa degli stessi. Il commercio paragonato ad una grande industria, necessitante in periodo di crisi di aiuti da parte del mondo politico. Piccolo: " Dovremo lavorare tutti insieme. Non possiamo parlare però solo di incentivi, ma guaradare alla possibilità di costruire consorzi, costruendo offerte diversificate". Romano: " Noi siamo per i centri commerciali naturali, dobbiamo favorire le piccole realtà e le piccole botteghe, magari anche con una giornata con prodotti offerti al 50% di sconto". Russo: "Innanzitutto bisognerebbe favorire i giovani che vogliono impiantare una nuova attività. Vogliamo poi organizzare happy hour in giornate prestabilite con offerte per i consumatori". Vigorita: "Dobbiamo rivedere il tessuto urbano, diminuire la Tarsu e la tassa per la pubblicità. Intanto si potrebbe organizzare una notte bianca!. Cioffi: " Dobbiamo snellire la burocrazia, dobbiamo istituire una card con raccolta punti per poter pagare meno i servizi essenziali". Errico: !Istiture domeniche ecologiche e puntare davvero sulla diminuzione delle tasse". Come secondo tema al centro del dibattito il Racket la situazione di criminalità diffusa che sta nascendo nella cittadina e l’insicurezza dei commercianti all’insorgere di tali fenomeni. Errico: "L’amministrazione non dovrà far pagare tasse per 2 o 3 anni a chi denuncia episodi di tal genere, mentre dovrebbero aumentare i controlli dei vigili anche in periferia". Cioffi: " Dobbiamo istituire una cassettina delle denunce, che possa attraverso l’anonimato salvaguardare tali commercianti e al tempo stesso combattere il fenomeno". Vigorita: " Dobbiamo istituire un maggior rapporto con le forze dell’ordine del territorio". Russo: " Partire dalla legalità dell’amministrazione per garantire trasparenza e giungere all’istituzione di una ditta unica appaltante". Romano:" Il comparto 7 del piano regolatore ha indetto gara d’appalto e firmata anche dal sindaco senza gli opportuni certificati antimafia, questa è la gravità!! E inoltre io propongo una aniracket card per la defiscalizzazione ai commercianti e imprese". Piccolo: " Non esistono clan sul territorio e questa amministrazione è l’unica che ha oferto un’applicazione del protocollo di legalità in modo più esteso possibile". E ancora la viabilità, maggiore punto di difficoltà anche per gli esercizi, così come i parcheggi e la possibilità di strisce blu per il territorio. Romano: " Siamo contro i parcheggi a strisce blu, mentre puntiamo su un piano traffico intelligente, oltre ad incentivare il servizio bus". Piccolo: " Il pagamento per i parcheggi è necessario sia per la sosta lunga che per quella breve
anche se al passo con lo sviluppo del territorio". Russo: "Bisogna guardare a tutte le categorie e puntando al miglioramento di tutte le categorie anche il commercio otterrà profonde novità positive". Vigorita: "Noi siamo per i parcheggi interrati, con soste a pagamento solo dopo le due ore" Cioffi: "La viabilità deve essere curata, ma dobbiamo osservare anche lo stato dei marciapiede e pensare a camminare un pò a piedi". Errico: "I parcheggi non farebbero altro che intensificare ancora di più il traffico che già esiste, dobbiamo lasciare l’auto a casa e sfruttare navette e piste ciclabili". L’incontro monitorato da Tommaso Rea, alla presenza di Pasquale Pignatiello e Ciro Esposito, due commercianti dell’ACIP. Un incontro non affollatissimo, ma che ha chiarito diverse idee sulle prospettive dei candidati, a volte creando anche attimi di clamore furibondo. Ci si avvia così, verso la fine di questa tornata elettorale.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.