Home > Politica > Castellammare, Tar esclude Dc e Udc: Idv attacca: "Sono principianti"

Castellammare, Tar esclude Dc e Udc: Idv attacca: "Sono principianti"

lunedì 22 marzo 2010, di Serena Ruta


"Sono principianti della politica, si candidano per amministrare una grande e complessa città come Castellammare di Stabia ma non sono neanche capaci di compilare i documenti per presentare le liste". A commentare la sentenza del Tar che ha escluso Udc e Dc, schierate nella coalizione di centrodestra, dalla tornata elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Castellammare di Stabia, è il senatore Nello Di Nardo. "Con questa esclusione – aggiunge il senatore –, soggetti politici e consiglieri comunali uscenti che in cinque anni hanno cambiato ripetutamente partito, creato confusione e ingannato i loro stessi elettori, hanno dimostrato la loro incapacità politica".

Critico è anche Maurizio Apuzzo, assessore comunale uscente in quota all’Italia dei Valori. "Dopo l’esclusione di Dc e Udc – spiega – il principio della coalizione di centrodestra viene a mancare, a parte la candidatura a sindaco di Bobbio in quota al Pdl, le altre liste che lo sostengono rappresentano soltanto movimenti civici eterogenei, uniti solo per vincere e non per amministrare seriamente, essendo privi di programmi concreti e obiettivi per la città".

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.