Home > Attualità > Comunicati Stampa > Boscoreale, sulla questione discarica il Comune impugna gli (...)

Boscoreale, sulla questione discarica il Comune impugna gli atti

venerdì 26 marzo 2010, di Comunicato Stampa


“Impugnazione in tutte le sedi giurisdizionali e con ogni mezzo consentito”, è questo il mandato che la Giunta Comunale, presieduta dal sindaco Gennaro Langella, ha conferito all’avv.Daniele Perna del foro di Napoli, per impugnare la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 28 gennaio 2010, con la quale è stato reso parere favorevole in ordine alla valutazione d’impatto ambientale relativamente all’apertura ed all’esercizio di una nuova discarica per deposito rifiuti in località Pozzelle di Terzigno, nel cuore del Parco Nazionale del Vesuvio, e soprattutto alla deliberazione della Giunta Regionale della Campania n°75 del 5.2.2010, con la quale è stata tra l’altro confermata la localizzazione della stessa discarica nell’ex cava Vitiello ove saranno collocati 3.500.000 tonnellate di rifiuti.
L’avv. Daniele Perna, particolarmente esperto in materia ambientale, è lo stesso legale che, in rappresentanza dell’amministrazione del Parco Nazionale del Vesuvio, ha già esperito con successo azione legale avverso le risultanze della prima conferenza dei servizi dell’8 luglio 2009, per l’esame del progetto della viabilità esterna dell’area della prima discarica di Pozzelle, ed ha in corso ulteriori azioni avverso la stessa deliberazione del Consiglio dei Ministri.
“Il deliberato della giunta – afferma il sindaco Gennaro Langella – è l’ennesima conferma della nostra netta opposizione alla realizzazione della discarica nell’ex cava Vitiello. Siamo consapevoli del notevole danno che l’area vesuviana, ed in particolare Boscoreale, sta subendo e continuerà a subire negli anni a venire. Il piano varato dalla Giunta Regionale lo scorso cinque febbraio, che stabilisce la localizzazione nell’ex cava Vitiello di 3.500.000 tonnellate di rifiuti su un totale regionale di 5.400.000 tonnellate, - ha chiosato il Sindaco- è uno schiaffo ed un’offesa alla popolazione vesuviana, oltre che una scellerata decisione che segnerà il definitivo collasso della nostra terra. Faccio appello – ha concluso Gennaro Langella- a tutti i comitati cittadini affinché creino un coordinamento fra loro, che possa affiancare l’amministrazione comunale in questa dura lotta per la tutela della salute pubblica e per lo sviluppo del nostro territorio”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.