Home > Attualità > Referendum Welfare, il distretto industriale dice "no"

Referendum Welfare, il distretto industriale dice "no"

venerdì 12 ottobre 2007


POMIGLIANO D’ARCO. Il "sì" vince largamente in Campania con l’87% dei consensi. I "no" si fermano al 13%. Nel comprensorio della città delle Industrie, invece, il voto negativo si attesta sul 75,6%.

A livello regioanle, le categorie di lavoratori che hanno approvato con la più alta percentuale il progetto di welfare proposto dal governo sono state quelle degli edili (96.47%) e degli agroalimentaristi (92.78%). Terziario e tessile seguono a pari punteggio: 84.30%. Seguono: i dipendenti del pubblico impiego (83.85%), i lavoratori del settore trasporti (83.30%), gli interinali (82.47%), i chimici elettrici (81.39%) e i bancari (72.98%). Bocciatura completa da parte dei metalmeccanici: 32.83% i "sì", 67.17% i "no" con picchi oltre il 90% nelle fabbriche del comprensorio industriale di Pomigliano d’Arco. Nella Fiat, nonostante la bassa affluenza dei votanti (2119 su cinquemila aventi diritto) il "no" raggiunge il 90,40%.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.