Home > Cronaca > Somma Vesuviana, parcheggio multipiano al Casamale, bloccati i (...)

Somma Vesuviana, parcheggio multipiano al Casamale, bloccati i lavori

sabato 17 aprile 2010


Somma Vesuviana. Doveva essere l’opera pubblica che avrebbe dovuto risolvere uno delle più annose problematiche sommesi: la sosta selvaggia nell’Antico Borgo del Casamale. Ed invece del faraonico progetto del parcheggio multipiano di via Dietro le Torri, alle porte dello storico quartiere sommese, non resta altro che l’allestimento del cantiere ed un primo intervento da parte della “Co.Ge.Fi.D. srl”, la ditta aggiudicataria dell’appalto da un milione e seicentomila euro. A bloccare i lavori, poco dopo un mese dalla posa della prima pietra a settembre, sarebbe l’assenza sia del parere dell’autorità di bacino per il rischio idrogeologico e sia quello inerente alla alle frane. Inoltre, stando ad autorevoli fonti comunali, sarebbero stati sbagliati i cosiddetti “calcoli del calcestruzzo armato” per cui, i pali di fondazione in acciaio risulterebbero di 3 metri anziché di 9. Interpellato sull’argomento, l’assessore ai lavori pubblici Chiara Di Mauro, ha fatto sapere di attendere un quadro più preciso dell’intera vicenda prima di commentarla. Di diverso avviso è stato invece il sindaco Raffaele Allocca il quale ha annunciato che “i lavori sono fermi perché manca il parere dell’autorità di bacino per l’aspetto relativo alle frane, mentre per quanto riguarda il rischio idrogeologico è stato tutto risolto. Quindi- ha proseguito il primo cittadino- a breve riprenderanno i lavori perché attendiamo solo che l’Autorità si riunisca per risolvere il problema”. Sul perché sia stata bandita ed esplicata una gara nonostante mancassero degli elementi tecnici così importanti è stato lo stesso primo cittadino a far chiarezza. “Noi ereditiamo il progetto dalla vecchia amministrazione di centrosinistra”. La questione è vera a metà perché il progetto fu approvato con delibera di giunta numero 104 del 2003 dall’amministrazione di centrosinistra targata D’Avino, ma la gara d’appalto fu successivamente confezionata dal dirigente ai lavori pubblici (che nel frattempo ha lasciato il Comune sommese) nel febbraio del 2008, sotto il primo governo Allocca che di lì a poco cadde sotto i colpi della sua stessa maggioranza.
A proposito di maggioranze e minoranze. Fa un certo effetto ascoltare l’assordante silenzio dell’opposizione cittadina su questa vicenda e più in generale sui fatti della gestione della cosa pubblica sommese (da via Gino Auriemma alla scuola di via Trentola passando per quella di via Don Minzoni). A questo punto una domanda provocatoria è d’obbligo: Ma vuoi vedere che Somma Vesuviana è un ridente cantone svizzero dove tutto procede in maniera inappuntabile? No, perché se così fosse di questa minoranza se ne potrebbe fare tranquillamente anche a meno.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.