Home > Politica > San Giuseppe Vesuviano. Pd in piazza per ricordare il 25 Aprile "Nessuno ci (...)

San Giuseppe Vesuviano. Pd in piazza per ricordare il 25 Aprile "Nessuno ci aveva pensato"

martedì 27 aprile 2010, di Giovanna Salvati


San Giuseppe Vesuviano. Con un giorno di ritardo ma con la consapevolezza che il rispetto non ha colore, tempo o schieramento ieri mattina il Partito Democratico è sceso in piazza per ricordare il giorno della Liberazione, ricorrenza che solitamente viene commemorata il giorno 25 aprile. “25 aprile significa rispetto – hanno spiegato i componenti del Partito Democratico sangiuseppese - rispetto per tanti,uomini e donne, che durante la Resistenza hanno combattuto e perso la vita per garantire dignità ad una Nazione umiliata dal governo fascista, che dopo vent’anni di dittatura aveva trascinato il Paese in una guerra di aggressione che era già costata decine di milioni di morti ai popoli belligeranti. Oggi siamo qui a commemorare questi giovani, con un giorno di ritardo, perché convinti che come tutti gli anni ci avrebbe pensato l’Amministrazione Comunale”. Ma naturalmente con la caduta dell’amministrazione lo scorso dicembre, al cui vertice vi era l’ex sindaco Antonio Agostino Ambrosio, nemmeno la Commissione Prefettizia ha provveduto a nessun tipo di celebrazione. Gesto quest’ultimo che non è per nulla andato giù a numerosi cittadini e agli stessi componenti del Pd che hanno subito deciso di dichiararsi autonomi e scendere in piazza. Detto fatto. Ieri mattina cosi, in piazza Garibaldi, c’erano tutti tra liberi cittadini, animati dal senso etico e morale del rispetto per una ricorrenza e gli stessi componenti del direttivo locale tra i quali Pino Migliarino coordinatore, Franco Ammirati,Angelo Ambrosio,Adriano Ammirati ,e numerosi altri aderenti. “Per i Democratici attirare l’attenzione dei cittadini sul messaggio del 25
Aprile è importante – ha spiegato Pino Marigliano - specialmente in questo particolare momento storico in cui la politica è chiamata a fare scelte decisive per il futuro del Paese. Le riforme che attendono la Costituzione nei prossimi 3 anni coinvolgeranno tutti i cittadini,e i Democratici si candidano a dare il loro contributo .
L’augurio è che questo non resti un gesto isolato,ma che sia da volano affinché anche altre forze democratiche escano dal torpore in cui ci ha relegato 7 anni di amministrazione Ambrosio”. Un rimedio quello messo in campo dal Pd che però lascia l’amaro interrogativo sul perché non abbia provveduto invece la Commissione Prefettizia.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.