Home > Politica > Nominata la giunta del sindaco Esposito, 6 gli assessori

Nominata la giunta del sindaco Esposito, 6 gli assessori

martedì 11 maggio 2010, di Gabriella Bellini


Da Metropolis del 11 maggio 2010
nella foto il sindaco con i neo nominati assessori Veruska Zucconi e Armando Di Perna

Sant’Anastasia. Pronta la giunta del neo sindaco Carmine Esposito. A far parte della squadra di governo del centrodestra saranno: l’agente della Dia Vito De Lucia, il medico Ciro Castaldo, l’architetto Giancarlo Graziani, Felice Manfellotto, ufficiale giudiziario presso il Tribunale di Nola, Veruska Zucconi giovane laureata in Giurisprudenza e Armando di Perna già assessore nell’esecutivo dell’ex sindaco Carmine Pone. La novità è quella della delega alla Sicurezza, all’agente della Dia De Lucia (candidato al consiglio comunale nel Pdl) infatti andrà il compito di occuparsi di questo settore in più seguirà la Legalità, la Trasparenza e la Polizia Municipale. A Castaldo andrà la Cultura, a Manfellotto (in lizza per il Nuovo Psi) Sport e Spettacolo, a Veruska Zucconi (candidata nella lista civica Arcobaleno) toccheranno le Politiche Sociali e la Pubblica Istruzione (si è ipotizzato a lungo che tornasse ad occuparsene l’ex assessore Assunta Cennamo, ma alla fine la sua candidatura non ha retto), i Lavori Pubblici spetteranno all’architetto Giancarlo Graziani. Il sindaco, intanto, ha convocato la prima seduta del consiglio comunale per il 19 maggio alle ore 18,30, in prima convocazione, e in seconda il 20 maggio alle ore 20. All’ordine del giorno la convalida degli eletti alla carica del sindaco e consiglieri comunali, il giuramento del sindaco, la presa d’atto nomina giunta comunale, l’elezione del presidente e vice presidente del consiglio, la presentazione delle linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato e la nomina della commissione elettorale comunale. “Il sindaco è anche arrivato alla formazione della giunta mediante un continuo dialogo con i consiglieri comunali”, si legge in una nota del Comune, “tenendo presente quanto ha più volte dichiarato durante la campagna elettorale”.
Nota che specifica che nell’assemblea consiliare saranno “resi noti i componenti del governo della città e le deleghe specifiche assegnate, per il “governo del fare” sul quale punta il sindaco”. Eppure i nomi sono già venuti fuori, grazie soprattutto al social network “Facebook”, dove i vocii e le conferme non sono mancate. I neo assessori hanno già firmato la nomina, ma hanno “l’ordine” di non far trapelare nulla. Un’imposizione che non è bastata. I supporter di Esposito hanno fatto partire quasi subito il “tam tam” mediatico. “Fatta la giunta”, si leggeva su alcune bacheche e così è stato. Impossibile, per ora sentire il diretto interessato. Esposito è irrintracciabile.
Si è saputo, però, che ai nomi non si è giunti subito in maniera semplice. Almeno in qualche caso. In particolare sul nome del giovane Di Perna pare che su dodici consiglieri di maggioranza presenti alle riunioni tre non fossero d’accordo con l’opportunità di riproporre un esponente della giunta Pone. Un esempio di Amministrazione che Esposito, nel corso della campagna elettorale, ha più volte aspramente criticato seppure facesse parte dello stesso partito dell’ex primo cittadino. Motivo che avrebbe portato anche ad uno scontro “vivace” tra il neo sindaco e un esponente del Nuovo Psi. Alla fine la maggioranza ha vinto e Di Perna è entrato in giunta.

Messaggi

  • il rinnovamento... i giovani... le donne.. il disabile quante chiacchiere ma purtroppo se il PRESIDENTE Della Provincia sceglie come suo assessore l’autista di fiducia è normale che un SINDACO poi sceglie il suo"accompagnatore" di fiducia,che dire ragazzi leccare premia.......
    un PDL deluso

    • effettivamente chi meglio lecca arriva in giunta....però poi con queste scarse competenze voglio vedere che cosa riusciranno a fare...solo chiacchiere ecco cosa!!!! bene anastasiani questo vi meritate!!!!

    • PRIMA di definirti deluso aspetta e vediamo se il neosindaco metterà mano a quella autentica rivoluzione che è l’assetto urbanistico territoriale.....unico volano per lo sviluppo di tutta l’area vesuviana......prima non si puo parlare.......a meno che tu non faccia l’indovino

    • NELL’ ATTESA LEGGI ANCHE QUALCHE GIORNALE, MI PARE CHE L’ASSETTO URBANISTICO TERRITORIALE CONTINUI A SUBIRE ULTERIORI VINCOLI E RESTRIZIONI. QUINDI.... FACCIAMO UN PO’ I CONTI.
      SE POI SI FANNO I MIRACOLI ALLORA BEN VENGA, IL DISCORSO SARA’ SICURAMENTE DIFFERENTE. IN BOCCA AL LUPO!!!

      (P.S. HAI LETTO LE NOTIZIE DELL’ULTIMA ORA SU UN’ ALTRO ESPONENTE DEL PDL?
      QUELLO CHE E’ VENUTO AD INAUGURARE LA CAMPAGNA ELETTORALE DEL NS SINDACO?
      IO C’ERO!!!!!!!!!!)

    • E cosa diceva sapientone................................tanto devi fartene una ragione qui quando si va votare noi voteremo sempre silvio, stai tranquillo sono 20 anni che fate sempre la stessa menata....le chiassate alla gente interessano poco.....infatti qualche mese fa siete stati praticamente cancellati............anzi sai che ti dico che se si va votare anche domani la sorpresa sarà un voto plebiscitario per silvio, la lega, la destra .............stai tranquillo....stai tranquillo....NOI CI FACCIAMO SENTIRE ALLE URNE.....tranquilli

    • vorrei dire qualcosa a questo sig. tanto simpatizante di silvio,(che poi non capisco neppure chi è silvio)io non so neppure che attività svolge lei,ma vorrei capire una cosa:quali aumenti di stipendi,quali aumenti di pensioni,quale frenata delle tariffe,dei prezzi,ha prodotto questo governo, dove è tutto quel miglioramento che il tanto decantato silvio aveva promesso nelle tante campagne elettorale. Si ricorda quando nel finale dell’ultima campagna elettorale promise che sarebbe stato abolito la tassa di possesso delle auto?Stiamo ancora aspettando. Con tutto quello che in questi giorni i giornali stanno tirando fuori sarebbe meglio farvi un esame di coscienza.
      Si è detto che per noi non c’èra crisi che il nostro paese stava meglio di tutti,invece ci troviamo ad affrontare una manovra da 25 milardi di euro alla faccia del tutto va bene.

      non mi firmo perchè arriverebbero risposte diverse dal contenuto

    • Sempre la stessa cantilena dalla gente di sinistra...........ma si vogliono rendere conto che nessuno li segue piu...e poi con i soliti discorsi moralisti...ma basta...per sentirsi fare la morale da un tizio che si chiama di pietro che quando viveva a milano la sua signora faceva affari come agente immobiliare.........e gli regalavano pure le mercedes....al fascista reazionario ....e adesso ci viene a fare la morale ...l’amico della CIA ....ma basta

    • Siamo la grecia? NO e meno male
      Siamo l’islanda? NO e meno male
      Siamo la Spagna col 20% di disoccupati che spara sui barconi di clandestini a meulilla? NO e meno male li c’è il Zapatero rivoluzionario...ve lo ricordate?
      siamo il portogallo? NO e meno male
      Siamo gli USA? No e meno male dove la gente non è nemmeno in grado di accendere piu un mutuo
      Siamo invece un paese normale con i suoi vizi e le sue virtu che in un mare in tempesta ha saputo tenere la barra dritta altro che chiacchiere.......
      La manovra da 25 miliardi??? VA FATTA e anche subito.....le condizioni nella vita non sono mai stabili ma a volte mutano e se non sei pronto a dare soluzioni la barca si perde e rischia di affondare

      FORZA SILVIO BERLUSCONI......vedi ho messo anche il cognome di Silvio cosi non fai finta di non aver capito.............e comunque in democrazia che ti piaccia o meno vince chi prende i voti................e ....................Berlusconi Silvio i voti li prende....................fattene una ragione ma che sia seria e non piangete sempre nella vita bisogna anche saper perdere.............ma voi no volevate il potere? ve lo ha tolto il popolo sovrano................

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.