Home > Appuntamenti > Al Mav il convegno su "La tranquillità all’ombra del Vesuvio”

Al Mav il convegno su "La tranquillità all’ombra del Vesuvio”

giovedì 13 maggio 2010, di Andrea Anna Donizzetti


Ercolano. “La tranquillità all’ ombra del Vesuvio”. Il convegno che si terrà domani, venerdì 14 maggio, a partire dalle ore 16.30 al Museo Archeologico Virtuale (MAV) di Ercolano.

Temi del dibattito saranno: il monitoraggio, la prevenzione, il rispetto, la chiarezza e l’informazione per i paesi che vivono all’ ombra del Vesuvio. organizzato dall’associazione “I Portici” e dalla “Rete Vesuviana” di Sinistra Ecologia e Libertà. Il convegno nasce dall’esigenza di informare i cittadini vesuviani e tutti i soggetti responsabili, sulle problematiche del rischio Vesuvio, sul monitoraggio del territorio, sulla difesa dell’area della zona rossa a partire da una vera e propria bonifica ambientale, nonché di istruirli e prepararli ad una corretta prevenzione. Inoltre, sarà richiesto l’aggiornamento del piano di evacuazione alla luce delle nuove conoscenze scientifiche.

Nello spazio antistante il museo verrà allestito un box con video camera dove ogni cittadino potrà esprimere le proprie opinioni e considerazioni sul tema. Con le varie testimonianze raccolte verrà realizzato un film documentario. Previsto il saluto del sindaco di Ercolano, Dott. Vincenzo Strazzullo, interverranno il prof. Ugo Leone, Pres. Parco Naz.le del Vesuvio, il prof. Enzo Boschi, Dir. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il prof. Giovanni Macedonio dell’ Osservatorio Vesuviano, il prof. Gennaro Migliore della Segreteria Nazionale di S.e L. e l’ on. Fabio Mussi, Ministro dell’ Università e Ricerca scientifica.

Parteciperanno, inoltre, al dibattito i Sindaci e gli amministratori della Zona Rossa, i Sindacati le associazioni e le forze sociali.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.