Home > Politica > Striano. Bagarre in consiglio: la minoranza abbandona l’aula

Striano. Bagarre in consiglio: la minoranza abbandona l’aula

sabato 29 maggio 2010, di Giovanna Salvati


Striano. Assise pubblica infuocata: si sfiora la rissa. Un consiglio comunale mai visto prima d’ora nella cittadina strianese, che giovedi sera, ha visto trasformare l’aula consiliare in un vero e proprio ring degno dei migliori talk show americani, unico neo, nessuna violenza se non quella verbale. All’ordine del giorno il bilancio di previsione. La seduta si apre con i normali interventi da parte di maggioranza e minoranza. Le parti politiche dissaporano su alcuni punti ma d’improvviso scatta la rissa. A scatenare gli animi, già tesi e caldi, è un commento poco gradito da parte del consigliere di minoranza Aristide Rendina che ironizza sulla locale squadra di calcio e sul suo andamento in campionato. Un commento poco gradito soprattutto da un cittadino presente in pubblico, non a caso un dirigente attivo della società sportiva in questione che reagisce al commento creando un vero e proprio scontro verbale dove a fare da padroni sono insulti, accuse e in particolar modo una raffica di parolacce. Seppur il dialogo fosse tra il dirigente sportivo e il consigliere Rendina, e nonostante gli agenti della polizia municipale hanno più volte cercato di placare il diverbio tra i due, non sono mancati gli interventi infuocati anche da parte di altri consiglieri presenti in aula. E nemmeno le parole del primo cittadino, appellatosi al senso civico dei presenti è servito ben poco. A prendere le redini in mano sull’intera vicenda è stato il Presidente del Consiglio Renato Vivace che ha sospeso per qualche minuto la seduta. Al rientro in aula, il clima ritorna ancora più acceso di quello precedente e i gruppi di minoranza decidono di abbandonare l’aula. I consiglieri delle civiche, senza spiegazioni ulteriori, dimostrano la loro contrarietà all’intera vicenda e lasciano l’aula. “Non potevamo senza dubbio annullare la seduta – ha spiegato il sindaco Antonio Del Giudice – all’ordine del giorno vi erano punti importanti da dover approvare, cosa che abbiamo fatto riportando in aula un clima di serenità e calma, viceversa a quello che pochi minuti prima si respirava a causa dell’ira di alcuni, che dovrebbero invece dare il buon esempio”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.