Home > Attualità > S.Anastasia, “Più pattuglie della polizia per garantire la sicurezza”

Annuncio nella giornata in cui il Comune premia 21 studenti con il casco

S.Anastasia, “Più pattuglie della polizia per garantire la sicurezza”

venerdì 4 giugno 2010, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia. Nel giorno dedicato ad insegnare ai più giovani il rispetto per la legalità arriva una buona notizia in maniera di sicurezza. “Per aumentare il controllo sul territorio, sui negozi, sugli automobilisti, ho ottenuto la collaborazione del Commissariato di Ponticelli”, ha annunciato l’assessore delegato, Vito De Lucia, “e a partire da domani (oggi per chi legge, ndr), alle 8,30, vi saranno con cadenza quindicinale o mensile ben 7 auto della Polizia di Stato nella nostra città. Agenti che insieme ai vigili urbani avvieranno un servizio con obiettivi strategici programmati”. Per evitare brusche sorprese agli anastasiani poco diligenti da De Lucia arriva l’avviso: “Per questa prima volta ho ritenuto giusto avvisare i cittadini, ma i prossimi controlli saranno a sorpresa”. Una notizia che arriva a margine della manifestazione organizzata dal Comune in collaborazione con l’Istituto superiore “Pacioli” nel corso della quali l’Amministrazione ha consegnato a 21 studenti dei caschi per ciclomotori. Si tratta di 21 giovani meritevoli che, frequentando le lezioni, tenute dall’ufficiale della polizia municipale, Antonio Carotenuto, autore del programma e docente unitamente a professori dell’Istituto, hanno superato l’esame per ottenere il patentino di guida dei motocicli. “Il dono del casco è il riconoscimento da parte dell’Amministrazione al vostro impegno per il conseguimento del patentino, ma voi lo dovete indossare”, ha affermato il sindaco Carmine Esposito ai ragazzi, “Soprattutto come medico anestesista vi posso dire, cari ragazzi, che vedo tanti casi in ospedale e chi indossava il casco al momento dell’incidente ha sempre maggiori possibilità di limitare i danni. Per questo vi dico indossatelo e seguite sempre le indicazioni della polizia municipale. E’ un’iniziativa che ho seguito e mi complimento con la Preside per aver programmato il corso insieme ai vigili. Per il prossimo corso che realizziamo con l’istituto Pacioli vi saremo ancora più vicini”. Una convenzione tra la scuola ed il comando vigili ha reso possibile dedicare un vero e proprio corso di educazione stradale, con esame finale, agli alunni dell’istituto.

Messaggi

  • Caro Sindaco e amico Carmine Esposito,ci duole constatare che la piega che sta prendendo l’amministrazione non ci piace proprio;
    Avete iniziato con timidi annunci sulla sicurezza nelle strade e ci poteva anche stare, come se noi cittadini pagassimo i vigili urbani per qualche altra mansione; è utile ricordare che i vigili sono assunti per fare diligentemente il loro lavoro anche nel controllo per le strade quale che sia il colore politico di chi momentaneamemte amministra il paese.
    Detto ciò ci pare inverosimile che adesso si passi addirittura al patto di azione col commissariato di ponticelli che ( per la miseria) con 7 auto.....ma 7 auto per fare che???? a sorpresa si presenteranno nelle nostre contrade a fare non si sa bene che cosa!!!!! e addirittura coll’ assesore Vito De Lucia che ci manda pure gli avvertimenti.......NOOOOOO
    caro Sindaco se pensi di risollevare le sorti di sant’anastasia col doppiopetto dell’antico adagio....."ORDINE E DISCIPLINA" hai proprio sbagliato indirizzo, e lascaitelo dire da amici che ancora oggi si considerano neofascisti rivoluzionari. Il richiamo all’ordine spesso nasconde solo l’incapacità di andare oltre.....Sindaco sei stato votato anche da noi ,neofascisti incorregibili, per fare una autentica rivoluzione nel nostro paese. Il nostro paese ha bisogno di amministratori che ci liberino da lacci e lacciuoli, che diano vita allla ricomposizione territoriale urbanistica di una zona che sembra diventata per legge un museo a cielo aperto dove non è possibile nemmeno piu aprire una finestra o fare una serra. Sindaco lascia perdere i toni ( e ripetilo pure a qualche tuo assessore)da ufficiale golpista, e inizia a mantenere fede al tuo e al NOSTRO progetto di rilancio di tutta l’area vesuviana......altrimenti la rivoluzione leghista vi spazzerà via

    • BRAVI AUTONOMISTI io che sono di sinistra concordo pienamente col vostro sfogo e direi pure con la vostra analisi politica, anche se un po rozza, ma al di là che avete una derivazione reazionaria, io uomo di sinistra credo che, se a sant’anastasia, e in tutto il sud si dovesse comporre un fronte politico diciamo rivoluzionario per il sud a partire dal federalismo ( CHE PIACCIA O MENO sarà un autentica rivoluzione per la resposanbilità delle classi dirigenti ma anche del popolo affinchè si prenda consapevolezza che il futuro puo solo dipendere da noi e dai territori)allora sarò pronto anche a votarvi e impegnarmi per un fronte autonomista del sud

  • non si è capito bene cosa ha voluto dire l’assessore DE lucia, orbene, è una minaccia agli anastasiani avvertendoli che oggi le pattuglie della polizia, congiuntamente a vigili, controlleranno il territorio? poi continueranno, a sorpresa nei prossimi giorni. scusate ma il compito della polizia, di tutte le polizie inclusi i carabinieri non hanno come obiettivo primario la lotta alla delinquenza e quant’altro a difesa dei cittadini? che significa "oggi vi avverto poi a sorpresa" e fino ad oggi la polizia dove stava? non chiedo dei vigili che qui a sant’anastasia sono un miraggio, a volte si rasenta l’omissione di atti di ufficio. ma che stà accadendo vi sarà a breve uno stato di polizia? su fate il vostro dovere, l’assessore da le indicazioni e tutti i soggetti che devono dare sicurezza si mettessero al lavoro, non scimmiettiamo altri comuni in particolare quelli del nord.

  • Carissimi amici Autononomisti, il Vostro commento merita, perchè interessante, una replica. Premetto: non ho alcuna intenzione di fare l’Avvocato d’Ufficio nè del sindaco, tantomeno dell’Assessore De Lucia. Detto ciò, esplicito la mia personale impressione in merito alla delicata questione: con grande rammarico devo constatare che, almeno da quando il senno m’accompagna, nella nostra cara cittadina il servizio d’ordine di competenza della Polizia Municipale è stata scarso, per non dire innesistente. Quindi, miei cari, m’è parso che i nostri vigili siano stati pagati per fare altre mansioni: NIENTE! A questo punto mi sembra doveroso, alla luce del sullodato pensiero che è imperniante nei ragionamenti dei nostri concittadini, una forte sterzata per drizzare i nostri cari vigili e vigilini....

    Alla seconda voce "Patto d’azione con il Commissariato di Ponticelli", dirò di più: nel nostro territorio la micro-delinquenza dilaga. In ogni dove è possibile assistere ad azioni poco raccomandabili. I furti d’auto, ormai, sono divenuti routine. La nostra quotidianità, da sempre, è vittima di questa cultura insita nel meridionale medio. Ben venga, a questo punto, un patto per impugnare, arginare e sconfiggere fenomeni che rappresentano la piaga sociale della nosta comunità. Non vedo, e mi sto sforzando, dove possa sorgere la polemica. Sterile, puerile e figlia della pretestuosità. Altro che neo-fasciti, sembrate molto vicini a quelli di "Botteghe Oscure". Tant’è: l’ORDINE e la DISCIPLINA sono alla base del progresso civile, sociale e culturale. Senza queste due niente, e dico niente, è possibile.

    Pertanto, sono d’accordo con la Vostra terza "osservazione". Sant’Anastasia è diventata, per la negligenza della classe dirigente politica locale, strutturalmente obsoleta. C’è bisogna, come bene avete detto, di una riorganizzazione dell’intero comparto urbanistico. Su questo punto, però, vi assicuro che i provvedimenti sono già al vaglio delle competenze. Nelle prossime settimane, grazie alla straordinaria perseveranza del Sindaco, ci saranno grosse novità.

    Concludo, onde tediarvi troppe: la vostra minaccia finale, mi scuso se urto la suscettibilità di taluni, fa ridere i polli. Un linguaggio trivio e senza costrutto. Suvvia, siamo seri. Collaboriamo per il rilancio della nostra comunità con diligenza e buon senso. Lasciamo nell’armadio il doppiopetto e rimbocchiamoci le maniche......

    Con stima,
    Ciro Pavone (Coordinatore Vicaro GIOVANE ITALIA sezione di Sant’Anastasia)

    • caro ciro pavone ci fa ridere lei con questo atteggiamento di difesa a spada tratta nei confronti di questa amministrazione,imporre un ordine al commissariato di ponticelli significa sottolineare che fino ad ora non hanno fatto il loro dovere? mi sembra che de lucia sia anastasiano da sempre e che lavori nella polizia da un bel po’ di anni , quindi a questo punto bisogna riflettere chi fino ad ora non ha fatto il proprio dovere il commissariato di ponticelli o il commissario residente a sant’anastasia
      quanti interrogativi ci sono da porsi
      io penso semplicemente che non realizzando ancora nulla di veramente positivo si da’ noizia di queste cose che dovrebbero essere naturali nello svolgimento del proprio lavoro fatto con coscienza

    • Ribadiamo la nostra opposizione all’antico adagio " ordine e disciplina" che non ci fa somigliare affatto a via delle botteghe oscure....a proposito ma i comunisti di via delle botteghe.....ecc.. non ci sono piu, semmai resistono i loro epigoni reazionari che sempre nella storia del communismo hanno utilizzato quel concetto tanto caro a tutti i regimi comunisti al potere.
      Detto ciò niente di piu lontano da noi che paragonarci agli epigoni del comunismo nostrano.
      Quanto al fatto che si metta in dubbio la nostra appartenenza neofascista, bè vorrei rassicurare......siamo e restiamo neofascisti romantici, a qualcuno potrebbe risultare strano, ma ci siamo, e siamo anche andati a votare TUTTI e sottolineo TUTTI per Carmine Esposito.
      Ribadiamo la nostra perplessità per i poliziotti al potere!!!!!!!! a qualunque colore appartengano!!!!!!
      Siamo fiduciosi in Carmine Esposito invece per ridare respiro alle nostre terre col progetto di rivedere tutti quei vincoli che impediscono la resurrezzione dell’area vesuviana.

      Quanto al fatto poi che ti faccia ridere " facciamo ridere i polli" con la nostra chiosa leghista, bè che dire......si rideva pure di Mussolini e di Hitler all’inizio della loro avventura.....e poi abbiamo visto come è andata a finire......da li a pochi anni sul finire degli anni 20 il fascismo in europa dilagò........;

      sai perchè hai poco da ridere? te lo spieghiamo in poche battute.......l’occidente è in crisi , la civiltà cristiana è sotto attacco, i nostri figli un domani nemmeno troppo lontano dovranno forse nascondersi quando davanti ad una chiesa con la mano faranno il segno della croce perchè una masnada di nazistiislamici glielo impediranno......e tu pensi che i popoli europei e cristiani potranno impiccarsi alla corda donata dai mussulmani?......guarda cosa succede in giro per il mondo a chi professa la fede cristiana.......TI FACCIAMO RIDERE? CE NE FREGHIAMO......noi neofascisti cristiani guardiamo alla lega come baluardo della nostra civiltà sotto attacco..........

    • BRAVI autonomisti finalmente una parola di verità contro tutti gli utili idioti di destra e di sinistra.

      VIVA I NEOFASCISTI AUTONOMISTI

      ho sempre votato an , ma con quel traditore Fini possiamo anche smettere di pensare, lui e la sua fissazione di dare il voto ai nostri nemici e ai nemici di CRISTO RE

      VIVA L’EUROPA CRISTIANA

    • Sono un crdedente cristiano e cattolico romano e sono con gli autonomisti del regno delle due sicilie.
      Sto con Silvio berlusconi dalla sua discesa in èpolitica ma quando il berlusconismo finirà, come normale, non pensate che avrete in dotazione i nostri voti, quelli apparterranno a chi saprà difendere la nostra civiltà cristiana e occidentale.

      viva la destra anstasiana

    • Cari amici le novità annunciate dal sig. Pavone che questa amministrazione sta valutando sono:Senso unico a Madonna Dell’Arco(già sperimentato dalla giunta iervolino,e tanto criticato sia dai commercianti che da un ass.attuale)Strisce blu,verrà presa in grande considerazione la delibera fatta nel 2006 dalla giunta Iervolino.
      All’inizio dell’era Pone, il nostro paese fu invaso da posti di blocco
      passato l’effetto elettorale tutto ritornò come prima.
      n.b.tanta critica al dott. iervolino ma tutto quello che si stà avverando nel nostro paese è frutto di quella gestione
      Terza cosa finalmente si sta pensando di fare l’isola pedonale a Madonna Dell’Arco,e i parcheggi dove stanno?
      La strada alternativa di via Arco dove stà?
      non mi firmo ma sono una persona molto attento ai problemi di Sant’anastasia

    • Caro Anonimo, dopo aver letto a fatica il Suo scritto, per la evidente assenza di punteggiatura, rispondo in merito alla Sua, seppur sterile, difesa del niente: negli ultimi anni l’assenza di Forze dell’Ordine sul nostro territorio è stata la principale causa dello scadimento della nostra comunità. Io, che vivo Sant’Anastasia a 360°, posso assicurarLe che la micro-delinquenza è imperniante in ogni dove. Sostiene il contrario? Bè, si ripassi le denuncie per furto d’auto che, quotidianamente, vedono protagonista il nostro paese e i miei amici concittadini.

      Su di una questione, però, ha ragione. Cose del genere, (pattugliamento del territorio ndr), sono azioni che dovrebbero, infatti dovrebbero, risultare nell’ordinario. Constato con dolore che questo non avviene. Di conseguenza anche piccole cose, come Lei sostiene il "Patto col Commissariato di Ponticelli", vengono alla ribalta della cronoca come delle notizie d’altri tempi. Colpa non certo dell’attuale Amministrazione ma dell’incapacità della classe dirigente politica anastasiana che, inetta come s’è dimostrata, ha lasciato una eredità pesante.

      Conclusioni: forse le mie esplicitazioni faranno pure ridere come Lei sostiene. Le consiglio, d’altro canto, un ripasso grammaticale. Per il bene della lingua italia e, soprattutto, per non continuare a ridere. Per quello, ci penso io...

      Post scriptum: faccia il leone scrivendo nome e cognome (reali ndr). Nascondersi dietro la tastiera è sinonimo di codardia. Suvvia, ci vuole coraggio...

      Ciro Pavone (Coordinatore Vicario GIOAVANE ITALIA sezione di Sant’Anastasia).

    • Quando vi Punzecchiano cacciate sempre fuori la grammatica,non tutti possono avere la virtù di saper sacrivere sig, pavone.

    • Assolutamente, esimio anonimo. Continui pure con le Sue "punzecchiate", è libero di farlo. Se alle stesse, però, ci mette pure una firma forse, dico forse, potremmo anche avere il piacere di capire chi abbiamo di fronte.

      Ciro Pavone (Coordinatore Vicario GIOVANE ITALIA sezione di Sant’Anastasia)

    • Faccia attenzione!!!

      Ciro Pavone (Coordinatore Vicario GIOVANE ITALIA sezione di Sant’Anastasia).

    • sig. pavone la sua saccenza non ha limiti io sono sicura che i suoi interventi sono studiati e corretti e non scritti di impeto come chi scrive normalmente su questo forum la prego di farci conoscere i suoi studi in modo che la prossima volta per intervenire chiameremo personale alla sua stregua. sicuramente in un testo scritto la punteggiatura è importante ma noi non siamo giornalisti ma semplici e spontanei commentatori
      quindi adesso le regalo qualche punteggitura come faceva toto’ ...!?,,,,:
      ;: .......HI!!HI!!!
      saluti emanuela iervolino via sandro pertini S.ANASTASIA

    • Sig. Pavone come mai non risponde all’anonimo che ha evidenziato quello che la giunta del suo sindaco sta per varare sul territorio?la ringrazio se rispondesse.
      Perchè è verità oppure semplice invenzione?

    • Sig. Pavone come mai non ha risposto ai vari messaggi arrivati?Forse le hanno messo il bavaglio?
      Come la legge del suo Silvio

    • voci di corridoio dicono che il sig. PAVONE avrà un piccolo incarico che si aggiudica con una selezione, quindi diamo tempo al tempo e vedremo come gli amici si acconteteranno tutti e vedremo come i toni delle conversazioni dipenderanno dalle vicende che si sussegueranno

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.