Home > Cronaca > Nocera. Ritrovato il piccolo Luca, rapito da un’infermiera del (...)

Nocera. Ritrovato il piccolo Luca, rapito da un’infermiera del Cardarelli

Il blitz questa mattina all’alba in via Aldo Petrosini: la rapitrice si chiama Annarita Bonocore

martedì 8 giugno 2010, di Giovanna Salvati


Nocera. E’ finito poche ore fa l’incubo della famiglia Cioffi che nel pomeriggio di ieri aveva visto il povero figlio, Luca, nato alle 11,00 del mattino, finire nelle mani di una donna che indisturbata lo avrebbe portato via chiedendolo direttamente alla madre con la scusa di riportarlo al nido, il tutto fingendosi infermiera. Ore di paura, una notte insonne e tanta speranza che questa mattina, alle 9,30 è diventata realtà. Dopo una notte di ricerche gli agenti della squadra mobile di Salerno e del servizio operativo centrale della polizia hanno ritovato il piccolo Luca Cioffi e con lui anche la donna che lo aveva rapito. Si tratta di Annarita Bonocore, ha 42 anni, ed é una infermiera dell’ospedale Cardarelli Di Napoli. Gli uomimi della squadra mobile di Salerno e dello Sco hanno fatto irruzione nel suo appartamento di Nocera Inferiore, al settimo piano di un edificio a pochi kilometri dall’Ospedale Umberto I, via Aldo Petrosini numero 10, dove intorno alle 14,00 aveva strappato con dolcezza Luca tra le braccia della madre. Una storia che si conclude con un lieto fine e ora nascono gli interrogativi. Perchè la Bonocore avrebbe commesso un simile gesto? Secondo le prime indiscrezioni la donna, che avrebbe gravi problemi psicologici, disturbi che da oltre tre anni le fanno assumere comportamenti ed atteggiamenti pericolosi. La polizia al momento dell’irruzione, ha trovato il piccolo Luca nella sua camera da letto in una culla, nelle camere vicine dormivano i due figli della donna: una ragazza di 19 anni, ritenuta complice della madre e tutt’ora in stato di fermo e un maschio di 11. Nel frattempo gioia per la madre e il papà di Luca che hanno potuto riabbracciare il loro piccolo e ora quel che resta è solo un incubo a dover dimenticare, mentre arriva l’ambulanza con a bordo Luca Cioffi che nonostante gli applausi, rimane impassibile e continua a dormire, ignaro di quello che gli è accaduto.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.