Home > Sport > Dal Mondo, Mondiali Sudafrica 2010

Dal Mondo, Mondiali Sudafrica 2010

domenica 13 giugno 2010, di Sandro Stanziano


La diciannovesima edizione dei Mondiali di Calcio Fifa ha dato oggi il via alle ostilità; ai nastri di partenza trentadue formazioni motivatissime a strappare la coppa ai campioni uscenti dell’Italia, vincitori nell’edizione 2006 disputatasi in Germania. Tra le favorite come sempre il Brasile di Carlos Dunga, l’Argentina di Maradona e la Spagna di Del Bosque. Appaiono invece un’ po’ meno accreditati gli azzurri di Lippi, così come l’Olanda, la Francia e l’Inghilterra del "nostro" Fabio Capello.

Come già accadde nel 2002, anche in questa edizione saranno presenti tutte le sette nazionali che hanno vinto almeno una volta il titolo iridato (ossia Uruguay, Italia, Germania, Brasile, Inghilterra, Argentina e Francia).

La struttura del torneo conferma quella in vigore da quando, in occasione dell’edizione francese del 1998, la fase finale del campionato mondiale di calcio è stata portata a 32 squadre e prevede, la formazione di otto gironi all’italiana (chiamati "gruppi") con partite di sola andata, ciascuno composto da quattro squadre e sorteggiati sulla base della classifica mondiale della FIFA di ottobre 2009 e di criteri geografici. C’è una sola squadra (la Slovacchia) al debutto in una fase finale del campionato mondiale. Le prime due nazionali classificate di ogni gruppo accedono alla fase a eliminatoria diretta che consiste in un tabellone di quattro turni (ottavi di finale, quarti di finale, semifinali e finali) ad accoppiamenti interamente prestabiliti e con incontri basati su partite uniche ed eventuali tempi supplementari e calci di rigore in caso di parità tra le due contendenti. Il sorteggio per la definizione della fase a gironi si è svolto il 4 dicembre 2009 a Città del Capo dalle ore 19:00 locali mentre le fasce per il sorteggio sono state ufficializzate due giorni prima. Mentre per quanto riguarda gli stadi dove si svolgeranno le varie competizioni sono dieci, in nove città differenti.

I Mondiali di Sudafrica 2010, al termine di uno show musicale e coloratissimo, ma soprattutto dopo un lungo applauso e ringraziamento a colui che ha reso possible questo storico evento (Nelson Mandela,che per un grave lutto in famiglia ha dovuto rinunciare alla presentazione della cerimonia d’apertura), prendono il via anche sul rettangolo di gioco con la sfida tra i padroni di casa e il Messico, gara valevole per il Gruppo A, in cui sono inserite anche Francia e Uruguay, in campo alle 20:30 a Citta del Capo. Dopo un buon avvio del Messico nel primo tempo, i Bafana Bafana, trovano coraggio e davanti ad un pubblico continuamente in festa trovano la rete del vantaggio grazie a Thsabalala. Il ritmo della gara cresce e a pochi minuti dal termine Marquez con una zampata vincente ristabilisce la parità sul terreno di gioco.

L’esordio della squadra azzurra avverrà il 14 giugno alle ore 20:30 a Città del Capo, contro il Paraguay. Gli azzurri affronteranno quindi nella prima gara la temibile formazione sudamericana, seconda nel suo girone di qualificazione, successivamente incontreranno la Nuova Zelanda, modesta oltre ogni ragionevole livello, e la Slovacchia, alla sua prima partecipazione. Quella dell’ Italia ai Mondiali è una storia piena di emozioni, vittorie insperate, incredibili sconfitte, finali perse e vinte ai calci di rigore. Ad oggi gli azzurri occupano il second posto nella classifica dei mondiali vinti: per la precisone Quattro (1934, 1938, 1982, 2006, contro i cinque del Brasile. Segue a tre la Germania, a due si attestano Argentina e Uruguay, rispettivamente a uno Inghilterra e Francia.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.