Home > Attualità > Al via a Boscoreale il progetto "Presidi di legalità"

Al via a Boscoreale il progetto "Presidi di legalità"

venerdì 18 giugno 2010, di Felicia Liguori


Boscoreale. È stato presentato ieri mattina, alla Prefettura di Napoli, il progetto “Presidi di legalità”, che ha lo scopo di combattere ogni forma di criminalità, sostenendo le forze dell’ordine e moltiplicando, così, la prevenzione.

Il progetto, che rientra nel Programma Operativo Nazionale (PON) “Sicurezza per lo sviluppo – Obiettivo Convergenza” 2007/2013, gestito dal Ministero degli Interni - Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha un costo stimato di circa duemilioniquattrocentomila euro.

I presidi della legalità nasceranno nelle aree a maggior rischio criminalità del territorio cittadino ed avranno l’obiettivo di recuperare beni pubblici per la creazione di centri di aggregazione, da destinare ad attività sociali, e porzioni d’aree urbane per la realizzazione di aree attrezzate per la cittadinanza.

In tal modo i presidi diventeranno un luogo per accogliere i progetti e le iniziative di educazione alla legalità, lo scambio di esperienze con altre realtà locali e, soprattutto, assicurerà il sostegno ai soggetti più esposti alla violenza e alle influenze della criminalità.

I luoghi designati ad accogliere gli stessi sono: Piano Napoli Passanti, Piano Napoli Villa Regina e Piazza Vargas.

Nella struttura di Piazza Vargas, ex scuola materna, si realizzerà un centro culturale, biblioteca-mediateca con piccoli spazi espositivi ed un’aula le lezione e per la proiezione. L’edificio sarà specificamente destinato ad ospitare una sezione didattica gestita dal Corpo Forestale dello Stato, con particolare riferimento alle attività svolte nel Parco Nazionale del Vesuvio. Inoltre si allestiranno, per le scolaresche in visita, due sale espositive e la biblioteca-mediateca con testi e materiali informativi dedicati alla protezione della natura e della biodiversità.

Nella struttura comunale del Piano Napoli Passanti sarà riqualificato il campo di gioco e si realizzerà la copertura dello stesso. I due fabbricati adiacenti saranno rifunzionalizzati destinandone uno a spogliatoio e servizi igienici e l’altro per ospitare una sala polivalente riservata alla realizzazione di manifestazioni e incontri e per attività di aggregazione per il tempo libero.

Infine, nella struttura comunale del Piano Napoli di Villa Regina, attualmente in stato d’abbandono, si prevede la riqualificazione del campo da gioco polivalente, per un’estensione complessiva di circa 800mq, e degli spazi a verde pubblico in cui la stessa è inserita.

Ora il sindaco Langella si augura che il progetto sia finanziato.

Messaggi

    • e perchè???
      se fai il volontario sono scelte tue

      ma guarda un po tè cosa dobbiamo leggere.....

    • Hai ragione, chiedo scusa.
      Non lo farò più.
      Solo un piccolo particolare, i locali recuperati sono stati gestiti dal Comune che ha versato dal 2002 al 2007 duemilioni e quattrocentomilalire al mese alle Ferrovie, per non farci nulla.
      I soldi del Comune, per caso sono degli Amministratori o di tutti i cittadini?
      I volontari offrono il proprio tempo, e chi può anche i propri soldi.
      Lo Stato che spreca ti rappresenta?
      Sei sicuro di quello che affermi sul volontariato?

    • Appunto ecco cosa succede quando al volontariato si vuole mettere il cappello, quindi era meglio che quei locali fossero lasciati alle ferrovie, infatti non si comprende per quali motivi i soldi pubblici debbano essere sprecati per il nulla.

    • quei locali erano lasciati al consumo e alla vendita di droga...ma forse come dici tu era meglio lasciare tutto così...?
      Iosè un volontario

    • Quei locali oggi hanno dato un’opportunità a molti cittadini,giovani e non,di avere uno spazio nel quale agire,uno spazio che sta fornendo dei servizi.
      Forse pochi sanno che,essendo noi in uno Stato Sociale per legge dovremmo usufruire di servizi pubblici che mirino a rendere migliore la vita del cittadini;servizi che mancano in questo territorio martoriato da ogni forma di criminalità.
      Oggi anche lo Stato è criminale poichè intasca i soldi del cittadino e poichè non risponde più a quei due importantissimi principio ai quali dovrebbe ispirarsi: discrezionalità e buon andamento.
      E’ davvero allucinante che un progetto di recupero così impegnativo come quello della ex stazione delle fs di Boscoreale non venga neppure citato da un’amministrazione ingrata che non fa altro che ingurgitare denaro pubblico!!!!!!!!

    • Questa è la tipica risposta del politicante che usa la cosa pubblica per i propri interessi. Per questo signore probabilmente, è più proficuo spendere milioni di euro di soldi pubblici per opere quelle si inutili che si contano a centinaia dalle nostre parti, opera dei soliti incapaci dei partiti. Ma che ci sia un gruppo di volontari che gratuitamente (ma di sicuro rimettendoci soldi propri dalla tasca) faccia ciò che, quei contenitori di immondizia che sono diventati i partiti politici, fanno spendendo milioni di euro di soldi pubblici, DA SICURAMENTE FASTIDIO. Da fastidio ai nostri Amministratori e al loro codazzo di lecchini che ci sia qualcuno che con le opere e con i fatti dimostrano che può più una formica ONESTA che un elefante corrotto. Chiedere un contributo pubblico, è un atto minimo. E’ la richiesta di riconoscimento di un fatto sociale GIA’ ATTUATO grazie alle migliaia di ore regalate da questi volontari al prossimo. Chi ha scritto quelle cattiverie contro tutto ciò deve vergognarsi. A maggior ragione quando ci si nasconde dietro l’anonimato.
      Enzo Guadagno - Ass. Città Viva - C.mare di Stabia enzoguadagno@libero.it

  • I Locali della Fs situati a Boscoreale dovevano rimanere abbandonati???

    Perchè?? Sono così belli vederli riaperti dopo tanto tempo,poi i giovani che gesticono "la stazione culturale" sono ragazzi professionali e preparati che hanno buttato il sangue per togliere il degrado che c’era attorno.

    Forza Ragazzi e in bocca a lupo!!!!!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.