Home > Cronaca > Somma Vesuviana: ospizio mai inaugurato, interviene la Corte dei (...)

Somma Vesuviana: ospizio mai inaugurato, interviene la Corte dei Conti

domenica 20 giugno 2010


Somma Vesuviana. “Sono assolutamente tranquillo perché ho la coscienza a posto”. Mostra una certa serenità Raffaele Allocca nel commentare la notizia di invito a dedurre di fronte alla sezione giurisdizionale della Corte dei Conti della regione Campania in merito all’annosa questione della casa di riposo che si erge spettrale in via Circumvallazioe a Somma Vesuviana. In realtà l’attuale primo cittadino non è l’unico nome nell’ istanza formulata dalla procuratore generale della Corte. Con lui, nell’elenco ci sono altri 12 nomi di amministratori, dirigenti e tecnici che dal 2001 hanno avuto nelle more delle loro mansioni anche lo scatolone giallo lascito inesorabile della prima Repubblica. Tra essi spicca il nome di un altro sindaco, Vincenzo D’Avino, che per 5 anni ha guidato una Giunta di centrosinistra (anche se alcuni suoi compagni di viaggio oggi siedono tra i banchi della maggioranza cittadina di centrodestra); di Giovanni Piccolo, ex assessore alle politiche sociali dello stesso D’Avino, Secondulfo Gennaro, ex assessore sempre al comparto sociale della prima amministrazione Allocca, il suo dirigente Saverio Tufano; Anna Cuomo, attuale titolare delle politiche sociali e Monica D’Amore, attuale responsabile dei servizi sociali. Secondo la relazione della Corte tutti questi amministratori non sarebbero stati capaci di portare a termine l’apertura e l’utilizzo della casa di riposo. A loro tutti, in questo invito a dedurre, sarebbero imputato un costo pari a circa 2 e 500 mila euro “ovvero- come si legge nella relazione- secondo l’ipotesi formulata in via subordinata ad 800 mila euro” frutto di un danno patrimoniale all’erario più un danno da disservizio per non aver messo a disposizione della collettività l’opera. Quella della casa di riposo è una delle spine nel fianco dell’amministrazione Allocca che, durante l’ultima campagna elettorale ne aveva fatto il suo vero cavallo di battaglia attaccando l’allora leader Udc Carmine Mocerino reo di voler utilizzare la struttura come carta da spendere durante le ultime regionali. Dopo quasi due anni, e due bandi pubblici andati a vuoto, la struttura è ancora chiusa. Il cavallo di battaglia è diventato un asinello. Un asinello di cui nessuno sembra voler più parlare né portare a spasso tra le piazze cittadine. Ad esclusione ovviamente della Corte dei Conti.

Messaggi

  • Finalmente la corte dei conti si è interessata di questo penoso problema, spero che presto si arrivi ad una soluzione in merito , anche se i miei dubbi a riguardo sono molti.

  • EVVIVA...URRAAAAAAAA è ARRIVATA ANCHE LA CORTE DEI CONTI...AHAHAHAHAHAH QUESTO PROGETTO, QUESTA CASA DI RIPOSO è SOLO UN FANTASMA CHE RIEMPIE UN POSTO SU UNA STRADA PRINCIPALE...IO NN CREDO CHE UN GIORNO QUESTO STABILE SARà QUALCOSA IN PIù CHE UN FANTASMA, MA SAREBBE BELLO VEDERLO REALIZZATO, ANCHE PERCHè FORSE PUSSONO NASCERE NUOVI IMPIEGHI...LA GENTE è STANCA NATURALMENTE E NN CREDE PIù A NIENTE...PERCHè PER UNA STRUTTURA ESISTENTE SOLO IN FORMA FISICA GIà ERANO STATI PROMESSI DEI POSTI DI LAVORO...E SAPPIAMO TUTTI DA CHI E PER COSA...VOTI!!!VOTI!!! E ANCORA VOTI!!!

    è INUTILE PRENDERSELA CON IL SINDACO ALLOCCA VISTO CHE LUI è CIRCONDATO DA NULLA FACENTI,DA PERSONE CHE CERCANO DI VEDERE COME FARE A NON SVOLGERE LE PROPRIE MANSIONI...
    PURTROPPO è VERO BISOGNA MANDARE VIA I VECCHI SCHEMI, MA PER FARE CIò NN CI VUOLE UNA NUOVA POLITICA, MA PERSONE CON IDEE DIVERSE CHE FANNO DI TUTTO PER PORTARLE AVANTI SENZA FARSI CONDIZIONARE DA NIENTE E NESSUNO...

    SECONDO ME SI PUò OTTENERE QUALCOSA LAVORANDO E AGENDO CON INTELLIGENZA...NN COME GLI SCIOPERI ORGANIZZATI PER LA QUESTIONE IDRICA..CHE SERVONO SOLO A CREARE SCOMPIGLIO E DISAGI...SI DEVE USARE LA TESTA QUINDI SECONDO ME ANCHE IL POPOLO SOMMESE HA LE SUE RESPONSABBILITà...E SAPETE PERCHè DICO QUESTO CHI DI NOI HA MAI PRESENTATO UN PROGETTO NON A SCOPO DI LUCRO OVVIAMENTE PERCHè DI QUELLI IL COMUNE è PIENO MA PER FARE REALMENTE QUALCOSA DI BUONO??’ PERCHè NN SIAMO STATI NOI AD AVVISARE LA CORTE DEI CONTI QUANDO ERA IL MOMENTO??? E PERCHè NN PRENDIAMO PROVVEDIMENTI AL MOMENTO DELLE ELEZIONI QUANDO VENGONO A CHIEDERCI I VOTI IN CAMBIO DI LAVORO??? PERCHè CREDIAMO ALLE FAVOLE...PERCHè ASPETTIAMO CHE QUALCUNO O QUALCOSA CI DIANO QUALCOSA...ECCO PERCHè

    OR è INUTILE PRENDERSELA CON ALLOCCA VISTO CHE IL PROBLEMA C’ERA DA PRIMA DELLA SUA CARICA...CMQ

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.