Home > Sport > L’ Isef Poggiomarino per la seconda volta alla Final Eight di calcio a 5 (...)

L’ Isef Poggiomarino per la seconda volta alla Final Eight di calcio a 5 femminile

venerdì 25 giugno 2010, di Sandro Stanziano


Napoli. Dopo il successo dell’edizione passata, torna di scena a Napoli la Final Eight di calcio a cinque femminile. La sede scelta è il palazzetto dello sport di Cercola, in via Matilde Serao. A prendere parte a questa manifestazione saranno le otto squadre uscenti dalla fase preliminare riservata alle vincitrici dei Campionato Regionali. L’evento è stato organizzato dal Gruppo Sportivo Isef, la formula del torneo prevede inizialmente quattro sfide ad eliminazione diretta (quarti di finale), successivamente le quattro vincenti si sfideranno in due semifinali, fino poi a giocare la finale che proclamerà il titolo di Campione d’Italia.
Come spesso accade per le sfide o dentro o fuori, la tensione e la paura di uscire è tanta, per questo il presidente Boccia spiega: “Arrivati a questo punto, il campo fa la differenza, per il secondo anno di seguito abbiamo la possibilità di giocare questa fase finale in casa, ad inizio campionato non pensavamo di ripeterci, ma la nostra forza e la nostra compattezza ci hanno permesso di arrivare fino a questo punto, ora il nostro obiettivo è di migliorare il piazzamento dell’anno scorso (quarto) e perché no anche di vincere il campionato”.
La squadra campana giocherà venerdi 25 giugno alle ore 20:30, quarta ed ultima sfida della giornata, incontrerà la squadra del Veneto, il Cornedo Vicentino. Per causa squalifica l’Isef Poggiomarino non potrà contare sulla loro stella, ovvero Maria Gimena Blanco. L’asso italo-argentino al secondo anno con la maglia blu scuro, potrà dare il suo enorme apporto alla squadra solamente se le sue compagne le regaleranno la vittoria nei quarti e quindi l’accesso alla semifinale. Lei molto rammaricata spiega: “Quest’anno causa infortuni di varia entità ho saltato altre partite di campionato, le mie compagne nonché amiche se la sono cavata benissimo,peccato per la squalifica all’ultima giornata di campionato, ovviamente mi dispiace non giocare quest’importante match, ma sono sicura che possono farcela anche senza di me ad andare avanti”. Oltre al numero 10 Blanco, si annota un’altra italo-argentina, la numero 5 Alejandra Argento, di origini siciliane: “Quest’anno ci sentiamo più forti, Mister Iamunno ci da molta carica ed energia, con lui si lavora molto bene, è riuscito a creare un bello spogliatoio, purtroppo per questa gara dobbiamo fare a meno della mia connazionale, ma sicuramente ci accompagnerà e ci aiuterà da bordo campo”. Uguale storia, stesso passato per le due sudamericane, entrambe classe ’87, la prima attaccante di enorme tecnica, la seconda grande quantità e intelletto in mezzo al campo. Dopo alcuni allenamenti in Argentina, si trasferiscono in Spagna, successivamente all’ età di 20 anni vengono visionate dall’ Isef di Poggiomarino, e arrivano in Italia, all’ombra del Vesuvio. Tifose del Boca Juniors, amano Maradona, ma sono anche amiche di Lavezzi e Denis. Pesante è l’ assenza dei familiari, per questo l’ hobby principale delle due talentuose è la navigazione in internet per rimanere in contatto con le proprie famiglie. Altre passioni, per quanto riguarda Blanco è mangiare in ristoranti o pizzerie sul mare, per l’ Argento lettura e uscita con le amiche.

Il capitano Cira di Dato e le altre giocatrici, tutte giovanissime, raccontano la stagione quasi conclusa, parlando di un gruppo di ragazze stupendo, un allenatore molto preparato e un presidente molto presente, tutte caratteristiche che possono entusiasmare l’ambiente e far sognare la vittoria dello titolo di Campione di Italia.
Per concludere il Presidente della Divisione Calcio a Cinque della Figc, ringrazia la provincia di Napoli, il Presidente della Provincia di Napoli, On. Luigi Cesaro e il Presidente dell’ Isef Poggiomarino per l’organizzazione di questo grande evento che si terrà nei giorni di venerdi 25, sabato 26 e domenica 27 giugno, inoltre aggiunge: “Con il passare degli anni il calcio a cinque è in piena evoluzione, è una disciplina sportiva molto giovane, negli ultimi dieci anni le società iscritte ai campionati di calcio sono aumentate fortemente, si spera in pochi anni di migliorare il tutto, creando anche altri avvenimenti in campo internazionale, per questo faccio un in bocca al lupo a tutte le squadre italiane, in particolare a coloro che dovranno effettuare questa fase finale”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.