Home > Politica > Somma Vesuviana, parte il progetto della Fondazione per le bellezze del (...)

Somma Vesuviana, parte il progetto della Fondazione per le bellezze del territorio

venerdì 25 giugno 2010, di Gennaro Addato


Facciamo sì che il pubblico si sposi con il privato”. È questo il concetto che Raffaele Allocca ha esposto ieri mattina davanti ad alcuni degli imprenditori, delle sigle bancarie e delle associazioni locali. L’idea di partenza è stata quella di aiutare nell’organizzazione dei grandi eventi che interessano da tempo la cittadina ai piedi del monte Somma, ma per i quali non è mai nata una fondazione che potesse portare avanti facilmente i diversi progetti. Vengono citate tra le feste “storiche” del paese il Palio, la festa di S.Gennaro, quella dello Stoccafisso, la ormai celebre Festa delle Lucerne e la tanto discussa Festa della Tammorra. “Ma Somma non è solo ricca di tradizioni – ha aggiunto Allocca, andando avanti con il suo progetto – Abbiamo bellezze naturali, prodotti eno-gastronomici da riscoprire e rivalutare e reperti storici che ci invidiano anche all’estero, come la Villa Augustea”. Secondo il disegno del sindaco è proprio nel recupero di storia, tradizioni e gastronomia che dovrebbero investire gli imprenditori locali i quali, insieme alle sigle bancarie, saranno chiamati a formare una grossa organizzazione che potrà assicurare l’accesso a fondi sovra-comunali che permetteranno di fare di Somma una meta turistica a livello mondiale.

Qualcuno ha sollevato perplessità sulla forma che avrà quest’associazione, prontamente rassicurato dal sindaco: i dettagli legali saranno curati dai tecnici dell’amministrazione comunale, con i quali saranno organizzati altri incontri durante i quali poter affrontare il tema. “Fondazione, associazione, consorzio. Chiamiamola come ci pare. L’importante è che attraverso questa struttura si riescano a sfruttare le risorse del paese al fine di salvaguardare le vostre posizioni. E saranno proprio le grandi feste – ha assicurato Allocca – a far avere un ritorno economico a tutti”.

Appare chiaro che attraverso questo sistema l’imprenditoria e le sigle bancarie avranno un punto di incontro socio-economico con l’amministrazione, il tutto ben inserito nel programma che questa porta avanti dal 2008. Ed è anche vero che a gestire la festa dei Gigli, il premio Cimitile e persino il Palio di Siena sono proprio delle fondazioni. C’è da dire, però, che i meccanismi nati altrove sono ben lontani da quelli immaginati dal primo cittadino per la sua città, dal momento che vanno a toccare l’organizzazione di un determinato evento in un preciso momento dell’anno, con una certa specificità, a differenza del sistema che si intende portare avanti a Somma Vesuviana, che punta a radicarsi su ogni aspetto della vita sociale, politica, culturale ed economica del territorio.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.