Home > Politica > Poggiomarino. Aumento Tarsu: la minoranza attacca la giunta (...)

Poggiomarino. Aumento Tarsu: la minoranza attacca la giunta Vastola

lunedì 5 luglio 2010, di Giovanna Salvati


Poggiomarino. La Tarsu aumenta e la minoranza protesta. Inizia cosi il dibattito politico in una città che questa mattina si è svegliata con la visione di un manifesto inquisitorio nei confronti del primo cittadino Vincenzo Vastola e la sua giunta, finita nel mirino delle critiche della minoranza politica. Una polemica che vede il dito puntato contro il sindaco della cittadina, e contro in particolar modo quelle scelte che non vanno proprio giù a quello schieramento politico cittadino che dipinge e sottolinea una Poggiomarino in pieno degrado. E cosi il manifesto inizia a mettere sotto accusa il vertiginoso aumento della Tarsu “la tassa dello smaltimento rifiuti è ulteriormente aumentata del 14% - si legge nell’affissione - ecco l’ultima geniale trovata della giunta Vastola. In tre anni di amministrazione abbiamo visto lievitare il tributo del 33% ma senza un benché minimo miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti”. Non esitano poi, i consiglieri oppositori al governo Vastola ad incalzare “Ogni anno ogni individuo pagherà sensibilmente in più per ricevere in cambio nessun vantaggio dei servizi. Tutti i tributi accresciuti: è questo il concetto di normalità sbandierato dal nostro sindaco in campagna elettorale?” I toni si fanno poi più accesi e si legge a carattere cubitale “Vergogna”. “Poggiomarino naufraga in un mare di problemi irrisolti – continua il manifesto - le strade sono sempre più dissestate i marciapiedi sono sempre invasi dai parcheggi selvaggi di auto e moto, il cimitero è lasciato all’incuria più spudorata, l’aerea Pip è stata dimenticata. Il rimedio? Più tasse per tutti. Le tasche dei poggiomarinesi si stanno impoverendo sempre di più grazie sindaco Vastola”. L’accusa e lamentela pubblica si conclude con la firma dei consiglieri di minoranza quali Leo Annunziata, Antonio Bifulco, Giovanni De Rosa, Dino Mancuso, Marcello Nappo, Antonio Saporito, Giuseppe Zamboli. Insomma ancora una doccia fredda per Vastola e il suo gruppo che non accenna minimamente a reazioni, viceversa continua nella sua linea operativa.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.