Home > Attualità > Donati 35mila euro di prodotti per bimbi

Somma. Il gesto generoso di una società farmaceutica al “Il Pioppo” ed al Comune che si occuperanno della distribuzione

Donati 35mila euro di prodotti per bimbi

mercoledì 14 luglio 2010, di Gabriella Bellini


Somma Vesuviana. Una donazione di prodotti necessari a mamme e bambini del valore di 35 mila euro. Un gesto generoso effettuato dalla ditta “So.Farma.Morra s. p. a.” che ha deciso di regalare articoli per l’infanzia, giochi, biberon, carrozzini, elettromedicali, come apparecchi per aerosol, pannolini per incontinenza, articoli post e premaman, panciere, reggiseni (tutto materiale della Chicco e della Artsana) all’associazione “Il Pioppo onlus” che a sua volta ha coinvolto i servizi sociali del Comune di Somma per distribuire il materiale alle famiglie che ne hanno bisogno.
“Non è la prima volta che si incontrano percorsi diversi per presidiare il territorio e fronteggiare le nuove emergenze sociali”, spiega Laura Pansini responsabile del C.T.S. del Pioppo, “Grazie alla società diretta dall’ingegnere Alessandro Morra abbiamo la possibilità di ridistribuire in città questo materiale, si tratta di materiale per circa 35 mila euro, una parte sarà gestito direttamente dalla nostra comunità per essere utilizzato dalle persone che seguiamo e l’altra parte sarà assegnata alla croce rossa che la distribuirà secondo le esigenze prestabilite dal Comune”. Soddisfatto anche Antonio D’amore, sociologo tra i fondatori de “Il Pioppo”: “La straordinarietà di questo evento è che siamo riusciti a mettere insieme pubblico e privato. Da una parte il Comune che è a diretto contatto con il disagio delle famiglie, dall’altra noi che lavoriamo da circa 30 anni con alcune patologie gravi, da questa alleanza può nascere la possibilità di concepire un nuovo welfare. Scompaiono i soldi e cominciano i servizi, in questo caso offriamo pannolini, giocattoli, oggetti che vanno alla immediata soluzione di una necessità e non passa il denaro. Una collaborazione che potrebbe continuare, il Comune potrebbe continuare ad ‘usarci’ come antenne sociali capaci di individuare il bisogno sociale, conosciamo i problemi della gente e quindi possiamo essere utili a programmare le risorse per razionalizzarle e renderle più efficaci ora che sono così ridotte”. Ma oltre ai prodotti per l’infanzia sono state donate anche siringhe e preservativi, oggetti importanti per il tipo di problematiche affrontate dal’associazione: le tossicodipendenze. “Utilissime siringhe monouso che distribuiremo perché molte patologie possono essere evitate dallo scambio di siringhe usate e profilattici che sono una valida barriera a diverse malattie sessualmente trasmettibili. Concetti importanti che vanno trasmessi soprattutto ai più giovani”. Trentacinquemila euro di prodotti che saranno molto utili ad una città che ha problemi di povertà, ma che non li dimostra, come ha spiegato il dirigente delle Politiche Sociali Nicola Anaclerio:“Da quando lavoro a Somma ho scoperto un territorio apparentemente dignitoso dove invece esistono sacche di indigenza spaventose, che vengono però vissute con una dignità che a volte fa venire i brividi. In momenti di grossa crisi come questa interventi come quello che stiamo realizzando oggi rappresenta una delle risposte più semplici che siamo riusciti a dare grazie all’impegno di un’impresa che invece di interessarsi del suo guadagno ha pensato di fare un atto di grande generosità”.
L’impegno nel sociale dell’Amministrazione di centrodestra è stato confermato direttamente dal sindaco, Raffaele Allocca che ha spiegato quanto sia difficile gestire un territorio cresciuto così in fretta con pochi fondi a disposizione. “Per riuscire a realizzare dei progetti spesso cerchiamo di trovare un punto d’incontro e confronto con le associazioni che operano in città, Il Pioppo, Il Torchio, la Caritas, la protezione civile”, commenta Allocca, “Non è facile amministratore su un territorio come il nostro che ha tante difficoltà. Cerchiamo di essere presenti in questo momento in cui non possiamo evadere le richieste che ci vengono fatte, siamo senza armi e quelle che abbiamo sono spuntate. La nostra intenzione è continuare a lavorare, da settembre avremo un Centro diurno per disabili e stiamo lavorando ad altri progetti. Ci sentiamo impegnati e ci impegneremo sempre per far si che questa città diventi finalmente una città normale dove non faccia più notizia la polemica politica, ma l’impegno sempre crescente del mio esecutivo nel sociale”. La società “So.Farma.Morra s. p. a.” è leader nel mercato della distribuzione farmaceutica. Un successo per l’azienda, che ha sede presso il Cis di Nola, basato su: tecnologia, rigore nelle procedure e professionalità del gruppo di lavoro, ma soprattutto sensibilità verso i temi sociali con la generosa donazione ha aiutato decine di famiglie in difficoltà.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.