Home > Politica > Terzigno. "Maggioranza solida e compatta", la smentita del consigliere (...)

Terzigno. "Maggioranza solida e compatta", la smentita del consigliere Vaiano

mercoledì 28 luglio 2010, di Giovanna Salvati


Terzigno. "La nostra è una maggioranza solida e compatta, probabilmente il problema di mancato equilibrio è nella minoranza". Rimanda le accuse al mittente il consigliere de La Destra Carlo Vaiano, al suo primo mandato elettorale non esita a sottolineare e ribadire ancora una volta lo stato politico completamente blindato nel quale viaggia Domenico Auricchio e la sua compagine. "Si parla in continuazione di mancata compattezza di questa maggioranza - spiega il consigliere Vaiano - di assessori in bilico, di congiure di palazzo, di problemi e tutte altre dicerie frutto della fantasia chissà di chi e chissà per quale assurdo scopo ed invece mai maggioranza più compatta ed equilibrata di questa si è mai avuta a Terzigno. Sono tante le cose che abbiamo in cantiere e tanti gli obiettivi che questa maggioranza si è prefissata di portare al compimento e lo farà". Dopo la pausa estiva infatti saranno tanti gli appuntamenti per opere che verranno portate a compimento tra le quali l’ex macello che diventerà la cittadella per i più piccoli, trasferimento del Liceo nell’ex proprietà contaldi, risoluzione del problemi per la rete idrica. Parole o fatti? "Noi abbiamo fatto delle promesse realizzabili ai nostri cittadini - ribatte Vaiano - non abbiamo promesso la luna ma solo ed esclusivamente la risoluzione dei problemi che rientrano nel diritto dei cittadini e nei doveri di noi amministartori. Ci siamo assunti delle responsabilità che porteremo a termine". Non esita poi a riportare l’attenzione sulle indiscrezioni di un rimpasto di giunta "gli assessori rimangono dove sono e tutti - conclude il consigliere de La Destra - sono persone validissime e lo stanno dimostrando. Quello per cui mi rammarico e che la nostra compatezza fa forse invidia ad un aminoranza che invece non riesce a trovare nessun equilibrio, i membri dell’Udc hanno divergenze tra di loro e poi viene affermato che è il Pdl che va verso l’Udc? Assolutamente no e mai. Sono viceversa, e gli ultimi risvolti lo dimostrano, che l’Udc e i suoi rappresentanti vengono verso di noi. L’apertura ben venga, siamo democratici ed aperti al contributo di tutti, come quello che sta portando, pur rimanendo fermo sulle sue riga il consigliere Franco Annunziata, ma se qualcuno pensa di avvicinarsi solo per propri interesse ha sbagliato e di grosso".

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.