Home > Politica > Lettera per il sindaco Pone, "Dove sono finite le sue promesse?"

Sant’Anastasia, a scrivere la missiva l’ex consigliere comunale dei Ds Franco Casagrande

Lettera per il sindaco Pone, "Dove sono finite le sue promesse?"

venerdì 26 ottobre 2007, di Gabriella Bellini


SANT’ANASTASIA - Dall’ex consigliere dei Ds, Franco Casagrande, riceviamo e volentieri pubblichiamo, una lettera aperta indirizzata al sindaco Carmine Pone.

AL SIG SINDACO DEL COMUNE
DI SANT’ANASTASIA

Ill.mo Sig.Sindaco,sono passati circa cinque mesi dalla sua nomina di 1 cittadino della città di Sant’Anastasia.
Si era detto che molte cose dovevano cambiare nei primi cento giorni del suo mandato.
Ricordo ancora le sue parole, dette da lei nel cinema Metropolitan, durante l’incontro con tutti i candidati sindaci, ma noto che attualmente la situazione del paese è sempre la stessa.
Aveva imperniato la sua campagna elettorale sulla sicurezza del paese, diceva che l’immondizia dalle strade sarebbe stata tolta, il traffico sarebbe stato un ricordo, aveva promesso una Sant’Anastasia più vivibile, ma di tutto questo non c’è traccia.
Ill.mo Sig.Sindaco, per quanto riguarda la sicurezza sono stati mandati addirittura a casa i vigili a contratto determinato, giustificandosi che in cassa mancano soldi, ma la possibilità di mantenerli in servizio c’era e le spiego come.
Sono stati spesi 22 mila euro per lo stadio,10 mila euro per ristrutturazione di alcune aule alla scuola Tenente De Rosa,1000 euro per due feste nel piazzale di Madonna Dell’Arco, 3500 euro per l’abbattimento di mezzo muro in piazza Cattaneo, 4800 euro per cercare di mettere in funzione la fontana della stessa piazza, per un TOTALE 41.300 euro.
Per concludere Sig.Sindaco come vede se voleva i soldi per i vigili c’erano.

La saluto cordialmente

Franco Casagrande

Sant’Anastasia 26/10/07

N.B.lo stadio lo poteva aggiustare la società (prendendo in concessione lo stesso)
Le aule non c’era bisogno, perché la scuola è dotata di una buona struttura.
La piazza bisogna rifarla del tutto.

Messaggi

  • Io ancora mi chiedo se qualcuno ha mai osato pensare a quanto male hanno dato alcune persone al paese in 12anni di cattiva amm.ne. La totale incompetenza della passata amm.ne ci porta a volere oggi tutto e subito. Date il tempo necessario alle cose e pensate agli sprechi passati... e forse i vigilini sono uno dei tanti sprechi! Caro Sindaco nn ti far demoralizzare dalla demenza altrui... continua il tuo iter fiero.

  • Lex consigliere Casagrande presenta soltanto una situazione catastrofica e chiede al Nuovo Sindaco Dottor Pone di rendere conto di quanto ha fatto in questi primi 100 giorni.
    Ex consigliere Casagrande ma cosa avete fatto di buono in un lunghissimo arco temporale di dodici anni? Volete elencare le tante cose belle fatte? Volete elencare che non avete potenziato i serbatoi dell’acqua ed avete trasferito ingenti somme alla Palestina? Volete elencare tutti gli sprechi che nell’arco temporale dell’ultimo quinquennio avete arrecato alla AMAV?
    Potete rendicontare prima di avventarvi sulla nuova Giunta e sul nuovo Sindaco.
    Aspettiamo Vostre nuove costruttive per poter poi dialogare.

    • Ma egregio ex cosigliere casagrande la finisca di dire stupidaggini, invece di dare soldi ai palestinesi (sinceramente una banda di pazzi bravi solo a fare la guerra a se stessi e al mondo intero)e a sistemare amici e parenti nell’amav potevate fare di meglio, cosa volete adesso in 5 mesi...abbiate pazienza

    • Si parla di immondizia. Personalmente non desidero assegnare alcuna colpa al Sindaco in carica, Avv. Pone, il quale sta pagando per le colpe dell’attuale Governatore che in tanti anni non ha saputo imporsi per la costruzione dell’inceneritore.
      Ritengo invece che il maggiore colpevole per i tanti cumuli di immondizia oggi esistenti sia da ricercare soltanto nell’attuale Assessore al ramo , Dott Coppola, anche perché appartenente alla Sanità e quindi consapevole delle tante malattie che vanno sviluppandosi per la diossina che si sprigiona dagli incendi dei cumuli.
      Anzicché tacere completamente non poteva attivarsi, l’Assessore, con prevenzione martellante prima e punizioni dopo ai vari commercianti che ancora oggi depositanto sui cumuli esistenti contenitori di plastica (per i pescivendoli) e cartoni (salumerie) che potrebbero ritenere nei loro depositi in attesa di tempi migliori, anzicché aumentare i volumi dei tanti cumuli esistenti?
      Per chi sta vicino all’Assessore in carica, dott. Coppola, perché non sforzare le meningi per il bene del Paese piuttosto che per i propri interessi, se ci sono?

    • Completamente d’accordo con la sua missiva telematica, il problema dell’ass. Coppola è di essere di AN che notoriamente oramai come il loro capo e non leader FINI si sentono autosufficienti....loro....ma intanto il popolo della destra se ne va....

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.