Home > Speciali > Il Palio come "confronto, appartenenza e partecipazione": Ecco la lettera (...)

Il Palio come "confronto, appartenenza e partecipazione": Ecco la lettera di Alessandro Masulli

martedì 7 settembre 2010


Somma Vesuviana: Di seguito pubblicheremo una serie di lettere che professori, cittadini e studiosi delle tradizioni sommesi hanno scritto per celebrare la XXesima edizione del Palio di Somma Vesuviana. Ed ecco la lettera di Alessandro Masulli:

Il Palio rappresenta ormai per i cittadini sommesi un’occasione di forte aggregazione e di riscoperta delle proprie tradizioni storiche: uno dei momenti più qualificanti della nostra vita sociale. Su questo splendido evento sono state scritte e riscritte molte pagine ed è quindi superfluo ritornare a descriverlo nei suoi spettacolari effetti scenici e nelle sue molteplici iniziative. Come fenomeno storico, sappiamo bene, che l’evento in alcune parti rievoca momenti vissuti secoli fa dalla nostra comunità, mentre come fenomeno sociale invece è degno di alta considerazione poiché in tanti anni non solo ha risvegliato un forte entusiasmo nell’intera collettività, ma ha anche contribuito a qualificare enormemente l’immagine del nostro paese. Con l’affermazione di questa esperienza si è dato un forte contributo al consolidamento della struttura sociale, con i “valorosi” giovani che ormai vivono e collaborano per l’intero anno in sintonia, concorrendo attivamente alla buona riuscita dell’evento. Il Palio ha il grande merito di aver fatto affermare i valori della partecipazione e del confronto tra i vari rioni, facendo al tempo stesso rivivere, insieme al dialogo, anche un sano orgoglio di appartenenza territoriale. Il Palio di Somma, a differenza di altri, non è istituito in onore di un nume tutelare: è una festa comunitaria di recente istituzione e costituisce una nuova forma di cultura popolare che spazia a tutto campo dalla musica, all’artigianato, fino alla valorizzazione del territorio con i suoi prodotti tipici. In un ambiente sociale dove è venuto a mancare il senso della frugalità e dello stare insieme e dove vige la cultura del “non valore”, compito del Palio nel tempo sarà di riportare soprattutto i giovani a ritrovare quello spirito di solidarietà e di fratellanza che animava i nostri padri. Alessandro Masulli

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.