Home > Politica > Ottaviano. Fascia nera per il primo consiglio comunale dopo la pausa (...)

Ottaviano. Fascia nera per il primo consiglio comunale dopo la pausa estiva. Nominati i revisori dei conti

venerdì 10 settembre 2010, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Si ritorna in piena attività politica al palazzo municipale di San Francesco, dove con un velo di tristezza si riprende il ritmo giornaliero. Una seduta, quella del consiglio comunale, il primo dopo la pausa estiva,che ha inaugurato la nuova stagione politica nel ricordo dell’ex Assessore alla Cultura, Carmine Ciniglio, fedelissimo del primo cittadino Mario Iervolino scomparso dopo un tragico incidente lo scorso sette agosto, ricordato peraltro proprio ieri durante la celebrazione eucaristica in una folla di amici che hanno voluto stringersi ancora una volta nel dolore dell’intera famiglia. E sulla stessa riga si è aperto l’assise pubblica. Le parole forti e commoventi di chi ha ricordato Ciniglio in aula, come il consigliere comunale Michele La Pietra, il primo a invocare qualche attimo di silenzio e partecipazione al lutto per finire nelle parole, accompagnate da un visibile volto di tristezza, del sindaco Mario Iervolino e del presidente del consiglio che hanno ricordato allo stesso modo anche il sindaco di Pollica Angelo Vassallo ed il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga. E come se non bastasse un saluto anche al dipendente comunale anch’egli scomparso. Una parentesi che segna un agosto di lutto ma che squarcia cosi la fine di un capitolo per aprirne un altro, e cosi, si entra nel vivo della seduta. Si parte con i voti per la gran parte favorevoli ed unanimi, (fatta eccezione di casi singoli come il consigliere indipendente Luca Capasso, astenutosi e lo stesso Biagio Simonetti) come quelli sulla variazione al bilancio di previsione 2010, la modifica all’articolo 10 del regolamento dell’Ici e anche il conto consuntivo del 2009. Momento caldo più discusso, ma non troppo, quello sulla nomina dei tre revisori dei conti. A trattare sui nomi sono stati soprattutto quelli della maggioranza , ma alla fine i battezzati sono stati: Ferdinando Cozzolino come presidente, Luciano Esposito Alaia e Arcangelo Saviano. Rimasto fuori per appena due voti Giovanni Squame. Ed è proprio sul compenso che verrà elargito ai revisori interviene il consigliere del Partito Democratico Franco Franzese “propongo una decurtazione del 10% sul compenso da elargire ai revisori”. Subito incalza il consigliere Pasquale Ciccarelli che precisa “si alla decurtazione, ma nel pieno rispetto del bando pubblicato per evitare polemiche o scorrettezze”. Dopo qualche minuto la decisione viene approvata all’unanimità. Per il restante dei punti all’ordine del giorno, tutto prosegue senza grosse difficoltà e cosi anche la politica sembra ritornare in sella, ma i prossimi giorni fanno presagire grosse novità proprio nella stanza dei bottoni.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.