Home > Sport > Terzigno. Maratonina del Vesuvio:450 al via

Terzigno. Maratonina del Vesuvio:450 al via

martedì 14 settembre 2010, di Giovanna Salvati


- Terzigno. Grande successo per i circa 450 atleti, provenienti anche da fuori regione per la prima Edizione dellaPodistica Vesuviana alle falde del Vesuvio. Un percorso di circa 10 Km. che ha visto tanti appassionati della disciplina percorrere le strade di Terzigno e S.an Giuseppe Vesuviano, sfilando nelle frazioni di S.Maria La Scala, Casilli, e S.Antonio, con partenza da Via Campitelli in Terzigno alle ore 18,30 per poi far ritorno nel pieno centro del Parco Nazionale del Vesuvio. Nonostante la manifestazione ha avuto sia cominciata in ritardo, a causa dei re delle strade, tutto è andato alla perfezione. Ad onorare tra gli iscritti, anche società di fuori regione, quali Ravenna (Lugo Di Romagna) e S. Benedetto del Tronto, costituisce senz’altro un fatto molto significativo della risonanza di questa importante manifestazione. Ad aggiudicarsi il podio per la prima edizione è stato il marocchino Abderrafii Roqti, primo al traguardo in 30.50, al secondo posto un altro marocchino, Samir Kadir, al terzo posto ancora un marocchino, Mouri Mora’d. Per le donne invece, la prima ad arrivare al traguardo è stata Annamaria Vanacore, (in 37.48′), seconda Leila Bourguiba (40′02), terza Marilisa Carrano (43.03). Tutti i vincitori, giunti
sul palco, sono stati premiati con targhe ricordo e consegnate da alcune
autorità intervenute locali come il sindaco di Terzigno, Domenico Auricchio e il suo
vice, Francesco Ranieri, e da Cozzolino Salvatore, Assessore allo Sport di S.
Giuseppe Vesuviano. Ed è stato lo stesso a scusarsi per i disagi verificatisi in Via Passanti. Nell’occasione dell’evento, sono stati organizzati ricchissimi premi ai primi 150 uomini oltre al party all’interno di alcuni stand espositivi cosi come ricchissimo è stato il pacco gara in omaggio, tutto questo grazie anche all’adesione di alcuni importanti sponsor. A condurre la gara la voce travolgente dello speaker Marco Cascone. Una manifestazione riuscita in pieno nel suo intento, che ovviamente funge da stimolo per annoverare tra le file della Podistica ancora più elementi, lo sport costituisce oltre un motivo di aggregazione sociale, un punto di incontro, anche elemento catalizzatore affinchè lo sport attivo venga collocato nella giusta dimensione del vivere quotidiano. La serata si è conclusa con una suggestiva fiaccolata in memoria di un territorio che lentamente muore sotto cumuli di rifiuti con tanto di party culinario accompagnato da ricchissimi premi per tutte le categorie partecipanti. Un occasione per lanciare un duplice messaggio: quello di rivalutare le strade del vesuviano, che oltre i cumuli di rifiuti, che abitualmente accoglie, può viceversa vedere giovani e anziani correre insieme (seppur le condizioni troppo spesso lamentano una viaria pessima). Ma nel contempo promuovere la salvaguardia dello stesso territorio optando per un programma di riqualificazione urbanistica, cercando di creare piste adeguate ai podisti in erba.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.