Home > Cronaca > Somma Vesuviana, dipendente comunale rischia di perdere l’occhio a causa (...)

Somma Vesuviana, dipendente comunale rischia di perdere l’occhio a causa dell’aggressione di uno sconosciuto

lunedì 27 settembre 2010


Somma Vesuviana. Ha rischiato di perdere un occhio a causa dell’aggressione di uno sconosciuto. Vittima della violenza Giovanni Pentella, dipendente presso gli uffici del comune di Somma Vesuviana. Il fattaccio è avvenuto venerdì scorso a via Aldo Moro. A raccontare l’increscioso episodio è stato lo stesso dipendente dell’ufficio tecnico e di quello preposto all’ecologia, nei quali ricopre i ruoli di controllo e verifica dei lavori pubblici e della manutenzione del verde e delle strutture scolastiche. “Come ogni venerdì sono uscito da Palazzo Torino (sede comunale che ospita gli uffici dove opera l’aggredito n.d.r.) intorno alle 14,30. Con me erano presenti la dirigente dell’ufficio tecnico, l’architetto Filomena Iovine, ed un cittadino” ha raccontato Pentella, con una parte del volto ancora tumefatto.“A quel punto sono salito in macchina e me ne stavo tornando a casa”. A quell’ora le strade di Somma, siano esse al centro o in periferia, sono pressoché deserte. “Ho notato” ha proseguito il dipendente “questa Fiat Punto davanti a me che si è fermata in via Aldo Moro all’altezza dell’incrocio con la prima Traversa Turati. Qui è sceso un giovane che mi ha chiesto una banale informazione”. L’informazione però era solo un pretesto per attirare l’attenzione del dipendente il quale, accostata l’auto ed abbassato il finestrino per rispondere alla richiesta del giovane, si è ritrovato colpito da un fendente al volto. Il colpo è stato duro tanto che Giovanni Pentella è stato subito soccorso da alcuni suoi colleghi, e tra questi c’era anche il sindaco Raffaele Allocca,che lo hanno accompagnato al reparto di pronto intervento dell’ospedale di Nola. Qui i medici gli hanno applicato alcuni punti di sutura ed una convalescenza di una decina di giorni. Il dipendente ha sporto denuncia presso la locale stazione dei carabinieri che ora indagano sul caso per comprendere se l’aggressione sia l’opera di un balordo o se ci sia il rancore di quale cittadino nei confronti dell’ufficio tecnico sommese. A supporto degli investigatori ci potrebbero essere le immagini riprese dalle telecamere di sicurezza del comando vigili poste proprio in via Aldo Moro. Sul movente dell’aggressione è intervenuto lo stesso Pentella. “Non saprei il perché di questo gesto e non credo che sia una cosa personale” ha concluso il dipendente, visibilmente scosso per l’accaduto.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.