Home > Politica > "Strade, rifiuti e progetti, ecco come abbiamo cambiato la città"

Somma. Il sindaco Ferdinando Allocca traccia il bilancio dei primi due anni di governo

"Strade, rifiuti e progetti, ecco come abbiamo cambiato la città"

domenica 3 ottobre 2010, di Gabriella Bellini


Somma Vesuviana. “Stiamo facendo diventare Somma una città normale, dove funziona la raccolta dei rifiuti, dove ci sono i marciapiedi, dove non mancheranno le infrastrutture, e dove si punterà al turismo”. In poche battute il sindaco Ferdinando Allocca ha riassunto i suoi primi due anni di lavoro, ringraziando i consiglieri e gli assessori che gli sono stati affianco in questo percorso. Ha parlato di una normalità che ancora non esiste, ma che si sta ottenendo a grandi passi. Lo ha fatto nel corso della “Prima Festa della Libertà” che si è svolta nella sala del Cenacolo di Santa Maria del Pozzo alla quale Allocca ha invitato i cittadini e gli addetti ai lavori.
“La nostra è una società contadina che sta diventando a vocazione turistico-ricettiva”, ha spiegato, “Abbiamo bellezze uniche che ci derivano dai Romani, gli Angioni, gli Aragonesi, come la villa Augustea, Santa Maria delle Grazie a Castello, Santa Maria del Pozzo, il castello d’Alagno. Stiamo seminando e presto raccoglieremo. Volevo spiegarvi cosa abbiamo fatto finora e cosa stiamo facendo. Sulla raccolta dei rifiuti un bel passo avanti, chiedo però ancora l’aiuto di tutti. A tal proposito, quando vedete qualcuno che sversa illecitamente, non intervenite, prendete il numero di targa e segnalatecelo, gli manderemo le multe a casa. Se riterranno di aver avuto una multa ingiusta dovranno fare ricorso con un avvocato e sarà una spesa per loro, ci penseranno bene prima di rifarlo nuovamente. Uno dei nostri fiori all’occhiello è l’isola ecologica che ci ha portato con la raccolta differenziata a buoni risultati. Io stesso faccio dei blitz nelle piazze ed in strada e redarguisco gli operatori ecologici, è un modo per far sentire loro il fiato addosso. L’unico modo per far si che questa città sia normale. Aiutatemi a farla funzionare al meglio, al momento non sappiamo come finirà la gestione dei rifiuti, ma una cosa è certa la nostra Tarsu potrebbe diminuire negli anni, questo non lo posso garantire fa parte della provincializzazione dei Tributi, però il tempo è galantuomo e sicuramente i Comuni virtuosi e ricicloni come il nostro saranno premiati. Non vi nascondo che visti i nostri risultati sto anche pensando di proporre la nostra città come la sede di un sito di compostaggio”.
Molti dei progetti dell’Amministrazione di centrodestra hanno puntato sui dipendenti comunali, come ha sottolineato lo stesso Allocca. “Ci siamo impegnati in termini positivi per fornire la città di un corpo dei vigili urbani rinnovato”, ha aggiunto, “se fino a ieri ci veniva ripetuto che il Comando era obsoleto, siamo riusciti con il direttore generale, a trovare il modo di dotarlo di altri agenti e presto forniremo i nostri vigili di un cellulare particolare che ci dirà in qualsiasi momento dove si trova l’agente e in cosa è impegnato”. Una notizia , quest’ultima, che è stata particolarmente gradita dal pubblico presente, che l’ha sottolineata con un applauso, come è anche capitato quando il leader del Pdl sommese ha parlato della riqualificazione delle periferie alcune già fatte altre da fare: via Giulio Cesare, via Piccioli, alcune strade delle masserie, via Ferrante d’Aragona, via Fornari. “Altra cosa che mi inorgoglisce e mi riempie il cuore di gioia”, ha continuato Allocca, “è un progetto che siamo riusciti a terminare e che avevamo promesso in campagna elettorale, i marciapiedi, di via Aldo Moro. Li abbiamo ultimati contro tutti e tutto, non avevamo un euro in cassa e li abbiamo fatti”. E poi il restauro del Castello d’Alagno “Chi mi conosce sa che quei fondi so di averli persi, ma so che li recuperò”. E del progetto per via Ferrante d’Aragona, “Creeremo una strada che dal Casamale porterà a Corso Italia e finirà con una piazza a forma di anfiteatro ed un parcheggio sotterraneo. Possiamo prenderci questo merito, i fondi per questo progetto erano stati bloccati per il rischio idrogeologico ci cui i miei predecessori, senza voler parlare di niente e di nessuno, non avevano tenuto conto, fatto in modo che quel rischio venisse rimodulato e finalmente possiamo procedere con i lavori”.
E sempre al Casamale “Stiamo per realizzare un altro parcheggio, in via Dietro le Torri, che consentirà a tutti i casamalisti, agli abitanti della capitale di Somma Vesuviana, di poter parcheggiare liberando dalle auto il borgo che deve essere il fiore all’occhiello di questa città, insieme alla villa augustea e la chiesa di Santa Maria del Pozzo”. E infine il lavoro: “Non dimentico i tanti disoccupati che ci sono nella nostra città. I nostri progetti, dal palazzetto dello Sport, al sito di compostaggio, comporteranno nuove occasioni e lo stiamo facendo anche per questo”.

Messaggi

  • Il manifesto titolava: "FESTA DELLA LIBERTA’ " - I EDIZIONE -.
    Sarebbe stato meglio titolarla festa della amministrazione comunale di Somma Vesuviana, poichè, sicuramente, non si trattava di una festa di partito, così come sono le altre feste della libertà, o come dir si voglia, negli altri paesi e città. A somma tutto è anomalo, tutto diverso, niente di tradizionale.... Il sindaco, con piena ragione, elogia quello fatto in questo scorcio di mandato e quello a farsi, non ci sono altri interventi, niente domande, ne suggerimenti......E’, però, sicuramente una festa, visto che alla fine ci sono anche i dolci al buffet.... allora AUGURI!!!!!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.