Home > Sport > Somma Vesuviana. In cinquecento alla maratona per ricordare (...)

Somma Vesuviana. In cinquecento alla maratona per ricordare Vincenzo

lunedì 18 ottobre 2010, di Giovanna Salvati


Somma Vesuviana. Hanno gareggiato per Vincenzo Esposito, e kilometro dopo kilometro hanno ricordato la sua passione per la corsa ma soprattutto la sua grinta e determinazione, dolcezza ed umiltà, lui piccolo giovane del Rione Casamale, quel quartiere che tanto amava. E per Vincenzo Esposito, maratoneta sommese prematuramente scomparso a 31 anni proprio mentre eseguiva uno dei suoi allenamenti, ieri mattina oltre cinquecento atleti (amatoriali e di importanti società sportive regionali) si sono dati appuntamento per le strade cittadine, in un percorso di 10 km. Un Memorial giunto alla sua quarta edizione che anche per quest’anno ha lasciato in una cornice di sport e divertimento, quel pizzico di nostalgia e commozione per la perdita di Vincenzo, come ha ricordato la sorella Antonella “vedere tutti questi atleti mi riempie il cuore di gioia – ha commentato con gli occhi velati – mio fratello era un ragazzo pieno di vita e la sua vitalità e voglia di vivere sono il ricordo più bello”. Al nastro di partenza di via Aldo Moro gli atleti hanno ricordato Vincenzo attraverso le parole di don Giuseppe e via per le strade della cittadina in un percorso non del tutto facile di continui saliscendi su basolato e asfalto. A portare però a casa la vittoria ci ha pensato El Mouddine Abdelouahab, seguito dal napoletano Giuseppe Soprano per la categoria uomini. Podio in rosa invece per la francese Barbati Cathy seguita dalla partenopea Anna Perrella. Soddisfazione anche per i podisti sommesi come Antonio Perna. Contenti per il successo di questa quarta edizione anche gli amici di Vincenzo Esposito che per quest’anno per la prima volta hanno voluto costituire un’associazione sportiva dilettantistica al fine di assicurare un punto di riferimento a tutti quelli che volessero avvicinarsi a questo nobile sport, come ha spiegato il presidente dell’A.S.D. Somma Vesuviana Ciro Secondulfo. “L’idea nasce principalmente per ricordare questo ragazzo, Vincenzo Esposito, da questo spunto abbiamo preso consapevolezza del fatto che a Somma Vesuviana ci sono tanti appassionati di questo sport che non hanno una vera e propria gara cittadina”. A patrocinare l’evento il Comune di Somma Vesuviana, il gruppo podistico della International security service e l’Ente Parco nazionale del Vesuvio. “Dietro questa gara con un importante sfondo sociale – ha commentato il sindaco Raffaele Allocca - c’è un amministrazione attenta a quelli che sono i bisogni dei giovani, tesa a sottolineare i principi fondamentali etici e morali, cercando di indirizzarli a seguire una dritta via e smantellare quelli che sono invece i concetti di malaffare, camorra e delinquenza”.
Sin ringrazia Alfonso Capobianco per le foto.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.