Home > Politica > Consiglio Comunale finito tra i litigi

Consiglio Comunale finito tra i litigi

domenica 4 novembre 2007, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. "Nessuno può servire a due padroni..." con questo passo del vangelo secondo Matteo si apre il manifesto fatto affiggere per le strade del paese dal centrosinistra anastasiano che chiede che i suoi eletti presentino le dimissioni e si ridia la parola al voto dei cittadini. L’input ad inoltrare tale richiesta è stato dato ai rappresentati dell’opposizione dall’ultima seduta del consiglio comunale. In quella circostanza alcuni consiglieri del centrosinistra, dovendo votare per l’elezione del presidente del Consiglio Comunale, hanno preferito, nonostante l’indicazione unitaria dei gruppi di appartenenza, accordarsi con la destra. Gli elettori in questione sono stati accusati del fatto che "tra opportunismo e incapacità, di giorno si professano profondi sostenitori dei valori del centrosinistra, mentre all’imbrunire ritengono più vantaggioso tessere trame di potere con il destra". L’indignazione tocca alte vette quando è la stessa amministrazione Pone ad essere accusata di interessarsi più a disfare la progettualità della precedente amministrazione piuttosto che attuare e salvaguardare il bene comune. L’invito a nuove elezioni, dunque, viene rivolto dal centrosinistra per evitare "di causare notevoli danni alla nostra città".

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.