Home > Appuntamenti > “Napoli: un fantasma in ogni vicolo – Halloween edition”. Un itinerario alla (...)

“Napoli: un fantasma in ogni vicolo – Halloween edition”. Un itinerario alla scoperta della leggende partenopee.

venerdì 29 ottobre 2010, di Felicia Liguori


Napoli. Sarà la luce tenue di una lanterna a guidare coloro che la notte di Halloween si faranno coinvolgere dall’affascinante storia dei morti che tornano dall’oltretomba per spaventare i vivi, passando fra i vicoli del centro storico di Napoli. Sabato 30 e domenica 31 appena tramonta il sole si parte da Piazza Luigi Miraglia, nei pressi della cappella Pontano, una nota famiglia di necrofori con “Napoli: un fantasma in ogni vicolo – Halloween edition”. Un itinerario pensato dall’associazione Insolitaguida che mostrerà la città partenopea nel suo lato più oscuro e misterioso, quando i luoghi al calar del sole cambiano la loro fisionomia. Leggende di una Napoli inedita che si intrecciano con le leggende celtiche ambientate nella notte di Halloween. Le origini di questa festa risalgono, appunto, agli antichi druidi celti, circa 2000 anni fa. I Celti vivevano in quella che oggi è la Francia, l’Inghilterra, il Galles e la Scozia e celebravano la vigilia del nuovo anno, il 31 ottobre, in onore di Samhain, il principe della morte. I Celti credevano che in questo giorno gli spiriti malvagi dei morti ritornavano per creare confusione e caos fra i viventi. La festa doveva, quindi, placare Samhain e gli spiriti dei defunti. Il suggestivo tour prosegue poi per via dei Tribunali, passando per la chiesa delle anime al Purgatorio e verso via Nilo dove ad attendere l’ospite c’è il palazzo della Testa d’Elefante e la vicina Piazzetta Nilo: qui si potrebbe percepire la presenza impalpabile delle monache offese perché brutalmente sfrattate dal loro amato convento. A Piazza San Domenico Maggiore, mentre le ombre del tramonto diventano buio della notte, è facile sentire il cigolio della una carrozza del principe di San Severo o intravedere le sagome incappucciate di Maria d’Avalos e del suo amante Fabrizio Carafa. Proseguendo per Via Benedetto Croce si arriva all’angolo con Santa Chiara dove c’è il palazzo fantasma. Infine questo magico percorso, durante il quale non mancheranno colpi di scena, propone Palazzo Penne e Palazzo Amendola.
Per informazioni e prenotazioni: www.insolitaguida.it e 338/9652288

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.