Home > Cronaca > Ottaviano. Video su Youtube: scattano le denunce e contravvenzioni per i (...)

Ottaviano. Video su Youtube: scattano le denunce e contravvenzioni per i pirati della strada

giovedì 4 novembre 2010, di Giovanna Salvati


Ottaviano/San Giuseppe Vesuviano. Che la brutta ed assurda mania di mettere video su Youtubedelle proprie, stupide, prodezze in strada sia un’arma a doppio taglio lo avevamo già visto: due esempi ormai storici hanno fatto infatti, in questi ultimi mesi, il giro del mondo. Ma ora ad intensificare il fenomeno ci pensano i “guappi del vesuviano”. Ma procediamo con ordine. Prima il motociclista di Varzi che scorazzava sul Passo del Penice e come se non bastasse di li a qualche mese anche il pazzo che si filmò un giro in Serravalle con tanto di sfrecciata a quasi 300km/h aveva fatto scattare l’assurda ed inconcepibile mania. Fortunatamente l’assurda bravata,in entrambi i due casi ha visto la giustizia compiere egregiamente il suo dovere, anche se non sappiamo quali siano poi state le pene effettive. Ma di sicuro è andata esattamente come doveva andare ad un centauro inglese, un vero e proprio genio, che ha anche lui pubblicato sul portale internazionale un video in cui compiva acrobazie e numeri ad alta velocità, tanto da guadagnare plausi dai milioni di utenti che hanno cliccato per la visione del suo video ma che ora dovrà scontare tre mesi al fresco ed i prossimi due anni senza guidare. Esempi cosi lontani, eppure cosi vicini per i giovani dell’hinterland vesuviano. Non ci credete? E allora basta entrare sul web, cliccare il portale di youtube e nello specifico cercare la località di vostra preferenza ed ecco che una serie di video, quasi trenta per città, vi appariranno in un’assurdo ed inspiegabile elenco. A far scattare la curiosità è stato nello specifico un video denominato “impennata specialino”, il più gettonato dai giovanissimi di Ottaviano e San Giuseppe. Il video in questione visualizzato circa 1717 volte vede protagonista un giovane ottavianese (almeno quanto si riesce a ricavare dai dettagli delle informazioni dell’utente). Nel video il ragazzo percorre via Cesare Augusto in 32 secondi, il tutto in sella al suo motorino ma su una sola ruota. A riprenderlo un amico. In bilico in più di qualche secondo il ragazzo non accenna a fermarsi viceversa improvvisa persino piccole acrobazie e pavoneggia con un piede, quasi rimanendo sospeso su una sola ruota. Una scena da eroe? Forse si, per chi come lui non riesce a capire che quel gesto cosi stupido gli potrebbe arrecare pericoli, a lui come a chi in quel momento si trova a passeggiare. Ma navigando sul portale il video in questione non risulta essere l’unico, ed è proprio per questo che è scattata la denuncia. Tanti sono i video amatoriali girati da coloro che sfidano le norme sulla sicurezza e sulla stessa vita. Il più assurdo risulta essere quello caricato, non a caso sempre dallo stesso utente, Seminario09, che non contento della performance griffata in sella al suo motorino rosa, sfida la morte e ad una velocità non consentita in uno dei tratti più pericolosi di Ottaviano, via Fontana, ribattezzata come Amarischia, prova il brivido e regala non pochi attimi di paura a chi è in quel momento in quel tratto stradale. In sella ad uno scooter bianco i due pirati, Peppe e Mario, almeno cosi sembrano chiamarsi, sfrecciano senza preoccuparsi minimamente del pericolo in cui incorrono. LA corsa sfrenata si ripete in via Raggi, via Ferrovia, il tutto sempre immortalato. Video come questi variano e aumentano ogni giorni di più: dai folli che nudi cavalcano in giardino simulando l’arrivo degli alieni, a minorenni nel Villaggio Vesuvio che viaggiano a cinque su di una vespa. Esempi che lanciano un doppio allarme: il primo senza dubbio alla mancanza di coscienza e rispetto prima verso se stessi e poi verso gli altri, violando le regole del codice della strada, ma soprattutto pensando di conquistare fama e gloria pubblicando in rete video che ora potranno costare caro a qualcuno, grazie all’intervento delle forze dell’ordine. Una task force dura ma che potrà almeno in parte far capire a questi giovani che quello che scrivono commentando i loro video non è del tutto vero “lo so che il mio liberty è un bolide”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.