Home > Politica > “Nessuna discarica, polemiche fuori luogo”

Somma. Nel consiglio comunale sull’emergenza il sindaco spiega ai cittadini la sua linea in merito alla gestione dei rifiuti

“Nessuna discarica, polemiche fuori luogo”

martedì 23 novembre 2010, di Giovanna Salvati


DA METROPOLIS DEL 23 NOVEMBRE

Somma Vesuviana. Tutto liscio come l’olio. Se si pensava ad una seduta infuocata del consiglio comunale in tanti sono stati delusi. All’ordine del giorno l’aspra polemica sulla presunta apertura di un sito di compostaggio sul territorio comunale, da allocare in un’area periferica, dichiarazione non smentita dal primo cittadino Raffaele Allocca che conferma e il suo si al sito di compostaggio ma ribadisce al contrrio un fermo no a quello di stoccaggio. “Le polemiche di questi giorni sono completamente fuori luogo – esordisce il sindaco Allocca - nella misura in cui il ciclo dei rifiuti viene creato dalla Regione e gestito dalla Provincia, quindi un’eventuale decisione sull’apertura di siti, non è di mia competenza o responsabilità”. Non esita però a sottolineare con tono fermo e deciso che “ho si dato la mia disponibilità al sito di compostaggio e lo riconfermo, ma smentisco assolutamente la mia intenzione di creare discariche in città, viceversa proprio in questo periodo – conclude Allocca - sto mettendo in campo un iniziativa “Progetto rifiuti zero” che non prevede ne discariche ne inceneritori”. Ma è proprio sulla parola inceneritore che invece la minoranza si è mostrata decisamente contrariata ed è Alfonso Auriemma, consigliere del Partito Democratico a ribattere a gran voce: “Non possiamo assolutamente accettare che il sindaco faccia il padrone della cittadina quando lui invece rappresenta solo ed esclusivamente l’inquilino di un palazzo – incalza l’ex sindaco - ogni decisione, proposta o iniziativa va presa in pubblico consiglio comunale, condiviso e discusso con tutti i componenti della maggioranza e della minoranza, siamo tutti aperti al confronto e siamo tutti per il benessere della città e dei cittadini. Siamo diventati il ventre molle dopo le dichiarazioni del sindaco, noi non siamo contro il sito di compostaggio ma sicuramente ci siamo mostrati pronti a tutto, troppo disponibili, credo che sulla discarica non abbia assolutamente dato la sua disponibilità, sarebbe stato tropo sciocco, ma non può mentire sull’inceneritore. Ha forse dimenticato – conclude Auriemma - che della questione inceneritore, ne ha fatto uno dei punti principali della sua campagna elettorale? Abbiamo sempre avuto rispetto e prestato massima attenzione alla questione della raccolta differenziata e seppur a somma il servizio funziona benino c’è tanto da fare, bisogna parlare con i cittadini ed essere più trasparenti cosa che il sindaco non fa”. E poi un invito alla trasparenza, verso una maggioranza che non batte ciglio e con toni pacati si dimostra più tranquilla del previsto. Chiarisce ogni punto ai presenti e cerca di schivare i colpi della minoranza. Nel corso della seduta anche i cittadini scalpitano ma in modo civile. “Siamo uno dei paesi più virtuosi e forse l’unico che gestisce il ciclo della raccolta differenziata in modo corretto, un isola ecologica che funziona e una popolazione che giorno dopo giorno si avvicina sempre di più al corretto costume di differenziare” conclude all’Ambiente, l’assessore Lello Angri, ma forse non basta a rassicurare quei cittadini che forse temono di vivere scenari come quelli di Terzigno.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.