Home > Attualità > Comunicati Stampa > POLLENA:UN PONTE PER L’AFRICA, DOMENICA LA PRESENTAZIONE DEL CALENDARIO (...)

POLLENA:UN PONTE PER L’AFRICA, DOMENICA LA PRESENTAZIONE DEL CALENDARIO 2011

venerdì 3 dicembre 2010, di Comunicato Stampa


POLLENA TROCCHIA - Si fortifica anno dopo anno il ponte di solidarietà tra Pollena Trocchia e il Togo attraverso l’associazione onlus Mamafrica che domenica presenterà in esclusiva il calendario benefico 2011. Per il diciassettesimo anno consecutivo si rinnova l’appuntamento con l’arte, la cultura e l’informazione attraverso i dodici scatti che permettono di raccogliere fondi da destinare al sostentamento della casa famiglia per i bambini orfani realizzata a Togo Ville dal professor Enzo Liguoro. La cerimonia, organizzata col patrocinio del Comune di Pollena Trocchia, dell’associazione IncontrArci di Sant’Anastasia e della Pro Loco di Pollena Trocchia, si terrà domenica 5 dicembre alle ore 18 presso il Centro Polivalente Paolino Avella in via Cavour. “Siamo felici di poter sostenere anche quest’anno un’importante iniziativa benefica – dichiara il sindaco di Pollena Trocchia e assessore provinciale alla Solidarietà, Francesco Pinto – Ciò a testimonianza della vicinanza e dell’attenzione del Comune nei confronti del nostro concittadino Enzo Liguoro che spende la propria vita per il volontariato e per l’associazione Mamafrica”. Il tema del calendario di quest’anno è “Beati i costruttori di pace”: in copertina, l’immagine in bianco e nero del professor Liguoro che tiene per mano uno dei suoi bambini. Danno le spalle all’obiettivo nel giardino della casa famiglia di Togo Ville: l’immagine rimanda al cammino che ormai da due decenni i piccoli di Togo Ville compiono assieme al loro “papà” di Pollena Trocchia.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.