Home > Cronaca > Sant’Anastasia, capogruppo di An denunciato per abusivismo edilizio

Alfonso Gifuni con i fratelli stava realizzando un agriturimo nel Parco Nazionale del Vesuvio

Sant’Anastasia, capogruppo di An denunciato per abusivismo edilizio

sabato 10 novembre 2007, di Gabriella Bellini


SANT’ANASTASIA – Stava realizzando un agriturismo nel cuore del Parco Nazionale del Vesuvio senza avere le opportune autorizzazioni: lo stabile è stato sequestrato e lui denunciato. Alfonso Gifuni, capogruppo consiliare di Alleanza nazionale e i fratelli Carmine e Ferdinando, sono stati denunciati per abusivismo edilizio. Ad effettuare il sopralluogo in via Nicola Amore a Sant’Anastasia sono stati i carabinieri della locale stazione che hanno accertato che la struttura che i fratelli Gifuni stavano realizzando era priva delle opportune autorizzazioni, a questo va ad aggiungersi il fatto che l’immobile si trova all’interno della riserva naturale del Vesuvio, un’area vincolata ad un nulla osta che deve essere rilasciato dal ministero dell’Ambiente. Lo stabile in questione è in cemento, è ampio circa 400 metri quadrati distribuiti su due livelli ed è allo stato grezzo, e il suo valore attuale è di 300mila euro. Intanto, però, la struttura che presto sarebbe dovuta diventare un’attività ristorativa è stata sequestrata.
Sentito a riguardo il consigliere Gifuni ha preferito non rilasciare commenti.
Non è la prima volta che le costruzioni della famiglia del noto esponente politico di An vengono interessate da provvedimenti simili.
Il 23 marzo del 2004 in via Pomigliano fu sequestrata una struttura in lamiera, realizzata abusivamente, all’interno dell’impianto industriale della famiglia, in quell’occasione fu denunciato Ferdinando Gifuni. I carabinieri avevano effettuato una perlustrazione del territorio proprio per contrastare i fenomeni dell’abusivismo. In quel caso specifico non erano stati richiesti i pareri necessari alla Sovrintendenza dei Beni ambientali. La struttura, del valore di circa 7mila euro, era sistemata nei pressi dei container utilizzati dai fratelli Gifuni come uffici.

Messaggi

  • alla faccia della legalità,queste sono le persone che attualmente amministrano sant’anastasia.AUGURI

  • GIFUNI SI DIMETTA,NON DEVE FARE COME IL PRETE:FAI QUELLO CHE DICO IO,MA NON FARE QUELLO CHE FACCIO IO.

  • Adesso capisco perchè non accettò l’incarico di Assessore all’ambiente. Aveva i suoi scheletri nell’armadio.
    Ed è inutile accusare Gabriella di non aver fatto i nomi dei responsabili comunali che avrebbero in qualche modo sicuramente favorito quello scempio. Siamo tutti cittadini anastasiani, e conosciamo benissimo chi lavora all’uffico tecnico. Se volete fare nomi fateli, abbiatene il coraggio, non nascondetevi dietro ad una giornalista.
    E aggiungo: questa è la gente che votate, questo è quello che vi meritate. Vomitate per cinque anni a destra e a manca su quanto facciano tutti schifo, tento a destra quanto a sinistra, però, puntualmente, ogni cinque anni dalle urna elettorali escono eletti sempre gli stessi personaggi. Complimenti, bravi.
    Adesso tutti a crocifiggere il mostro in prima pagina.
    Gifuni è marcio come il 90% di chi siede oggi in consiglio comunale.
    Ricordatevi: chi è artefice del proprio male pianga se stesso.

    • vorremmo sentire anche qualche commento del sindaco dott. pone.
      Può essere di conforto verso coloro che l’ hanno votato

    • Ci siamo visti costretti a cancellare qualche messaggio.
      Va bene il dibattito, ma non bisogna esagerare.
      Alcuni commenti erano davvero offensivi, e di questo ci scusiamo con il consigliere Gifuni. Abbiamo scritto l’articolo perchè era giusto rendere noto un fatto che riguardava un personaggio pubblico, ma la questione sarà poi chiarita con le indagini degli inquirenti, in ogni caso non è nostro costume lo sciacallaggio. Ecco perchè la decisione di censurare qualche lettore. Per evitare che questo possa ripetersi abbiamo cambiato il sistema per accedere ai commenti.
      Grazie

    • Cosa c’era di offensivo nel mio commento? Grazie per l’informazione sempre impeccabile[?] e per la censura sempre pronta! NON LEGGERO’ + QUESTO GIORNALE!

    • Caro Icaronero, faccia come crede.
      Io da parte mia le dico che avrei voluto lasciare il suo commento, ma se lo ricorda purtroppo c’era un lieve riferimento che poteva essere considerato diffamatorio, se vuole rimandarmelo senza quel particolare allora sarà certamente pubblicato.
      Grazie

    • ricordati consigliere gifuni che tanti anni fa in consiglio comunale con l’allora sindaco Romano alla discussione sulla necessità di opporsi ai vincoli paesistici proposti per la nostra area non ti presentasti in consiglio comunale, proditoriamente, (sapevi che accettare quel vincolo sarebbe stato affossare le possibiltà di sviluppo di un intera area del paese); l’altro campione di cosigliere comunale di AN luigi Maiello(oggi verdognolo) non trovò di meglio che votare a favore della giunta di sinistra. Bravi tutti, da allora AN non ci trappresenta più. Tu invece cosigliere Gifuni ti dovresti dimettere se hai ancora una dignità politica

    • 11 novembre 2007 ore 18:04

      Sono nauseato!Mi sarei aspettato di tutto ma non questo. Va però precisato che il Capo della Nuova Giunta c’entra poco. Allo stato in cui sono stati ritrovati gli abusi commessi va solo precisato che la vecchia Giunta, che forse in qualche modo rilasciò le autorizzazioni mai hanno vegliato sul manufatto che cresceva. Tutta pappa e ciccia, vero Architetti vari! Ma chi firma i progetti? Chi dirige i lavori? Di questi Signori in camicia bianca nessuno parla mai? Perché non ricercare i colpevoli anche tra questi e soprattutto tra questi che impunemente permettono, hanno permesso e permetteranno lo scempio del nostro bel parco Vesuvio? Perché Voi giornalisti non buttate fuori anche i nomi dei tecnici così che la Finanza,comandata ed inviata da Visco, si rechi sugli studi tecnici e controlli la mancata emissione delle fatturazioni e dell’evasione dell’IVA? Per non dire poi che questi signori, che non compaiono mai, nelle loro dichiarazioni dei redditi mai si sognano né si sogneranno di includere i lauti guadagni a nero? Il nuovo Assessore al Parco, Dott. Coppola, ritiene di dove in qualche modo intervenire? Perché non sentiamo mai la voce dei nostri politici e dei nostri Amministratori Assessori, anche quello al Commercio?

    • 11 novembre 2007 ore 18:13

      Mi piace l’idea che si facciano i nomi anche dei Tecnici. Non rientra già nella deontologia del Giornalista rilasciare una completa ed esauriente notizia che riporti i nomi di tutti gli indagati? Perché la giornalista si sofferma soltanto sui nominativi dei tre fratelli? Ciascuno di essi, che si occupa di altro nella vita, non ritengo sia in grado di progettare nè di dirigere i lavori. Mancano infatti dei titoli necessari richiesti dall’Amministrazione Comunale. Ma se nei manufatti vi sono strutture in cemento armato, di questi ultimi sono stati redatti i relativi calcoli di progetto? Sono stati depositati agli Organi preposti? Chi ha firmato i calcoli di cemento armato?

    • perchè l’assesore coppola cosa capisce del parco, sapeva che esisteva prima della sua nomina? immagino di no, ma quelle sono le logiche del partito di Fini
      complimenti an di sant’anastasia, ma verrete spazzati via

  • 11 novembre 2007 ore 20:58

    IL BELLO DI QUESTI SIGNORI CHE HANNO TANTO DECANTATO LA LEGALITA’ DOVRA’ ANCORA AVVENIRE QUANTO LA GIUNTA DEL SINDACO PONE SI DOVRA’ PRONUNCIRE SUL CAMBIO DI DESTINAZIONE DELL’AREA FAG STARETE HA VEDERE CHE LEGALITA’

  • 11 novembre 2007 ore 21:34
    Cari Borbone e caro marytosca, non ho fatto i nomi dei tecnici semplicemente perchè (al momento) non risultano denunce a loro carico. Mentre per i tre fratelli Gifuni si. Certamente qualcuno avrà fatto i calcoli di cui parlate, ma in questo caso la denuncia riguardava i lavori effettuati senza autorizzazione e venivano, dunque, colpiti i Gifuni in quanto proprietari dell’edificio e committenti delle opere eseguite. State tranquilli che non è mia intenzione difendere o accusare nessuno, ma soltanto riportare i fatti. Quindi se ci saranno altre denunce che riguarderanno dei tecnici troverete degli articoli che lo racconteranno.

  • Come in una reazione a catena alcuni messaggi di risposta a questo articolo erano andati persi perchè collegati ad altri che erano stati cancellati perchè contenenti frasi diffamatorie.
    Abbiamo ricevuto alcune email di nostri lettori che ci chiedevano di ripristinarli e considerato che erano ancora nel database, ma che non erano visibili per questo inconveniente tecnico li abbiamo riproposti così com’erano.
    In futuro vi chiediamo di rispondere agli articoli e non ai singoli commenti, in modo che se un commento venisse cancellato gli altri non "spariranno" per una reazione del sistema indipendente dalla nostra volontà.
    Grazie

    • vergognatevi tutti qui c’è gente che con la scusa dei piani paesistici non ha potuto costruire e c’è ancora qualcuno che ha il coraggio di parlare militanti di an vergognatevi

    • caro amico non so chi tu sia, ma ti assicuro anche io votavo e frequentavo an. oramai le logiche di quel partito sono più vecchie dei suoi fondatori.
      E tu stai a lamentarti che sei stato danneggiato dai vincoli!!! male molto male dovevi fare come tutti:costruire abusivamente e lascia perdere quelli di AN... è gente persa io li ho conosciuti molto bene, non rappresentano piu nessuno

    • Tutto è finito in una bolla di sapone? Perché la cittadinanza non viene informata degli ulteriori sviluppi sul caso se ci sono stati?
      Che cosa ha partorito l’Assessore al Parco oggi in carica e l’entourage che lo circonda?
      Che cosa prevede di dover dire il Presidente della Associazione di Pollena per il Parco Vesuvio , attualmente in forza al Direttivo di AN?
      L’anno nuovo entrante ci porterà buone notizie in merito?

    • Un vecchio interventista sollecitava anche la denunzia della mancanza di nomina sia di un tecnico strutturista che di un tecnico responsabile della Sicurezza sul lavoro ed inziava così: "Mi piace l’idea che si facciano i nomi anche dei Tecnici......... Ma se nei manufatti vi sono strutture in cemento armato, di questi ultimi sono stati redatti i relativi calcoli di progetto? Sono stati depositati agli Organi preposti? Chi ha firmato i calcoli di cemento armato? " Orbene di null’altro s’è parlato e null’altro è stato riportato. Taccio del giornale "il Cittadino ". La notizia è passata sotto silenzio. Ritengo che poco peso volutamente sia stato dato alla cosa forse per la presenza ingombrante ....
      Riprendo l’argomento della sicurezza sul lavoro. Del fatto è stato interessato l’Organo Competente la sicurezza che si trova ad Acerra? Indipendentemente dall’abisivismo all’inizio dei lavori sono stati comunicati i nominativi alle Autorità Competenti? E’ stato depositato ad Acerra il piano della sicurezza? Vi era affissa , ben visibile in cantiere, la tabella con i nominativi di tutti i tecnici e per le strutture da costruire?
      Perché anche il solerte Ufficio tecnico non è prontamente intervenuto e non ha verbalizzato fino dall’inizio della costruzione, in difetto o meno? Pare che per questo sia preposto nel nostro Paese l’Ufficio ed i tecnici che fanno capo all’Arch. Pappadia.
      Auguro a Voi tutti un Buon Anno 2008 e resto nella doverosa attesa di leggere le risposte a tutte le domande che Vi ho sottoposto e che anche tanti altri Cittadini ritengo vorrebbero sapere e (forse!)porvi e che l’allontanamento dalla politica li ha tenuti finora in disparte.

    • Tutto tace! Cadranno nel dimenticatoio le domande postulate? E’ stato incardinato il procedimento per l’abusivismo? Il Comune si costituirà parte civile?
      Cosa vocifera, se lo fa, il direttivo di AN? Cosa espone il componente del Parco Vesuvio, dirigente di AN?
      L’anno 2008 ci porterà le risposte?
      Resto in attesa vigile!

    • Dopo una settimana ancora tutto tace.Nessun intervento ed ancora nessuna risposta. Anche da parte dei dirigenti di AN nessuna buona nuova. Possibile che vi siano al momento manovre sottobanco per rimuovere il Dirigente Capo dell’Ufficio tecnico, lavori privati?
      Quando si potrà leggere qualche intervento del dirigente di AN che si occupa del Parco Vesuvio?

      Vigile attento

    • Mi meraviglia il lungo silenzio dal 30 dicembre 2007 degli attivisti di AN ora dirigenti locali. Prima delle ultime elezioni alcuni di essi, tra i quali il Presidente della Associazione Parco Vesuvio di Pollena ed oggi nel direttivo di AN, avrebbero pagato chissà cosa per delle notizie simili da sfruttare in campagna elettorale.
      Altri, giornalisti di professione ed attuali dirigenti di AN, avrebbero pagato oro per avere notizie da pubblicare su giornali locali e su altri di tiratura nazionale.
      Oggi tutti tacciono. Possibile che non sappiano degli sviluppi successivi all’apposizione dei sigilli? Possibile che la nomina nel locale direttivo li abbia bloccati completamente?
      Debbo ritenere che Vigile attento abbia completamente ragione. Si pensa di mettere tutto a tacere. Anch’io però, Sempre attento, interverrò quotidianamente finché non si chiarisca completamente l’intera faccenda.
      Nelle more dei tanti chiarimenti già richiesti mi farebbe piacere che si esprimesse in merito anche l’Assessore all’Ambiente pro tempore che peraltro è anche l’addetto alla tutela del Parco Vesuvio e come tale anche colpevole di mancati interventi amministrativi se in tale Parco dovessero realizzarsi costruzioni abusive.
      L’Assessore all’Ambiente intenderà costituirsi parte civile in un possibile e/o probabile processo penale?
      Non teme l’Assessore all’Ambiente che il suo prolungato silenzio possa nuocergli anche per eventuali danni morali e materiali per i quali qualche Associazione Ambientalista possa su di lui rivalersi costituendosi nel possibile e/o probabile procedimento penale?
      Sempre attento

    • Bravi! aite mis a durmì a guaglione e Gifuni Alfonso? Nembo Kidd

    • mascolo e tu quanno te muove.o parch , o vesuvio , tutte dorme! Chiacchier, chiacchier, a munnezz sta mieze a via e vuie ...... durmite! Nembo Kidd

    • avite fatto ò direttivo. Na vote parlavane, mò invece stat zitte. A prossima vota vajmm’a rompere e cosce!Mimme iosse e tu che faie? e gifuni nù dice nient? a chi aspiett? Nembo Kidd

  • Ecco i nemici della politica, ecco i nemici dei politici. Pronti quando c’è da chiedere un favore, e pronti, anche quando, c’è da crocifiggere il politico immorale di turno. Alfonso Gifuni avrà commesso i suoi errori, e se tutto risulterà fondato sarà un Tribunale a stabilire la giusta sanzione. Noi, cittadini anastasiani, non abbiamo il diritto di sentenziare ne tantomeno di gettare fango su di una persona innocente fino a prova contraria. La mia, non è una difesa d’ufficio al consigliere in questione, ma è un semplice monito ad evitare accuse premature che con il passer del tempo potrebbero rivelarsi inutili ed infondate. Mi piacerebbe, per amor di chiarezza, che tutti si firmassero, senza nascondersi dietro una tastiera. Accusare una persona senza firmare il commento è poco piacevole, qualcosa di sgradevole. Ancor più quando i soggetti in questioni si ergono a paladini della giustizia, a vate della moralità. Ritornando alla questione, posso solo dire che il tempo stabilirà la verità dei fatti e qualcora risultassero fondate le accuse, sarò il primo a chiedere le dimissione del consigliere di An. Un cordiale saluto.

    • E’ allora vero che il colpevole degli abusi edilizi commessi dal Gifuni sia stato il suo tecnico? Il tecnico appartiene al gruppo dei Professionisti di S.Anastasia? Viene dall’estero perché gli Anastasiani, pare, siano esterofili? Le accuse le ha lanciate lo stesso Gifuni dalle testate di alcuni giornali locali ed in interviste rilasciate. Ma allora perché poi, così pare, il Gifuni propose il nominativo dello stesso tecnico per la Commissione edilizia? Perché il Sindaco Pone, conoscendo profondamente gli atti e le verità, accettò che il tecnico suddetto fosse nominato dal Gruppo di area ed entrasse a pieno titolo in detta Commissione edilizia? Mistero della Politica anastasiana che un giorno sarà svelato. Nembo Kidd

    • Per non dimenticare l’abuso edilizio commesso dai fratelli Gifuni dei quali uno, l’Alfonso, Consigliere comunale e vice Presidente del Consiglio, in pieno Parco Vesuvio. Elefante

    • Architetto Pappadia facci sentire la tua voce e il tuo pensiero su questo e su tutti gli abusi vecchi e nuovi fatti sul parco Vesuvio. Non dormire. Il popolo ti sta vicino. Un camino con gli alari

    • Sull’abuso commesso dal Gifuni, il Consigliere Comunale, tutto tace. C’è silenzio di tomba! Pappadia non dice parola. Era vero allora quanto affermava il Consigliere comunale. Se era vero ed i sigilli sono stati tolti, perché il giornale non ha riportato la notizia?

    • Architetto Pappadia perché non favelli? Ma davvero sul Monte Somma non sono stati commessi abusi? Qual’è la tua voce e il tuo pensiero su questo e su tutti gli abusi vecchi e nuovi fatti sul parco Vesuvio? Se un temporale come quello di Messina si verificasse, con la stessa intensità a S.Anastasia, avremmo le stesse conseguenze? Perché ti ostini a difendere gli abusivi? Gli ex Consiglieri della vecchia maggioranza davvero non hanno realizzato abusi sul Monte Somma? Li hai denunziati alla Magistratura? Non ancora? e se ciò è vero Chi aspetti a farlo? Hai già dato gli ordini di abbattimento?Non ancora? e chi aspetti? Non dormire. Il popolo ora ti sta vicino, dopo sarà prontissimo ad accusarti. Un camino con gli alari

    • Perché S.Anastasia ed i Tecnici del Comune “non dimentichino gli abusi edilizi” commessi dal Vice Presidente del Consiglio e dagli ex Consiglieri Comunali nel Parco Vesuvio sul lato di S.Anastasia. Un camino con gli alari

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.