Home > Sport > L’Alma Mater costruisce la vittoria sugli errori dell’Oplonti

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B2 MASCHILE

L’Alma Mater costruisce la vittoria sugli errori dell’Oplonti

Servivano i tre punti e la Gaia Energy non ha deluso le aspettative del proprio allenatore che in settimana aveva invocato tanta concentrazione per non prendere sottogamba l’impegno con la Vesuvio Oplonti, squadra neopromossa invischiata nella lotta per non retrocedere.

martedì 14 dicembre 2010


Terzo 3-0 consecutivo conquistato dopo quelli con Baiano e Lucera e morale a mille in vista della delicata trasferta di Terracina. Gli ospiti, in maglia arancio blu, si presentano con Bafumo al palleggio in diagonale con Libraro jr, Ruggiero e Schiavone in banda, Rea e Nikolayev al centro, Crispo libero. L’Alma risponde con lo stesso sestetto vittorioso a Lucera: Longobardi e Fasulo formano la diagonale palleggiatore – opposto, Esposito e Giancarli si posizionano in “posto 4”, Giacobelli e Cinque presidiano il centro della rete, Malinconico coordina la fase difensiva. In panchina il recuperato Flaminio, ormai totalmente e nuovamente a disposizione del suo allenatore.
La partenza del match sembra sorridere ad un Oplonti maggiormente in palla che pur non brillando sembra potersela giocare alla pari coi propri avversari di giornata. Ben presto, però, la squadra della presidentessa Migliaccio riprende quota e inizia a macinare gioco. Il turno al servizio di Fasulo crea un enorme gap nel punteggio che cresce col passare dei minuti anche a causa di un Oplonti che sbaglia troppo in attacco subendo anche il preciso gioco a muro e in difesa dell’Alma Mater. I ragazzi di Gennaro Libraro faticano a trovare il ritmo e accumulano errori su errori e, di questo passo, la Gaia Energy ha vita facile per chiudere il set sul 25-15.
Nel secondo set mister Libraro lascia fuori Schiavone e inserisce Senatore che, nel corso del set, risulterà spesso l’arma in più per i torresi. L’Alma parte male, con numerosi errori in battuta che permettono all’Oplonti di guadagnare morale. Il gioco, da ambo le parti, stenta a decollare, lo spettacolo è inficiato dai diversi regali che le squadre si concedono. Esposito e Senatore tirano il carro nelle rispettive squadre ma nei momenti caldi è Fasulo a fare la differenza e quando Longobardi lo chiama in causa l’ex opposto di Sparanise e Giotto risponde presente e mette la sua firma sui palloni bollenti. Nonostante ciò si viaggia sui binari dell’equilibrio, l’Oplonti ha anche la palla del 24 pari ma un errore in palleggio di Bafumo, contestato dai ragazzi di Libraro, regala anche il secondo set all’Alma Mater col punteggio di 25-23.
Il terzo ed ultimo parziale di gioco si sviluppa con lo stesso leit motiv di quello appena concluso. Le squadre sembrano risentire il freddo che regna nella Palestra “Meriggioli” e continuano a commettere errori a raffica. L’Alma è brava ad approfittare e a tenere sotto controllo il punteggio. Durante il set mister Romano è costretto a fare a meno di Cinque, uscito per un infortunio lieve alla caviglia, e l’innesto di Testa è subito produttivo, specie a muro. L’Oplonti tenta una rimonta: i vari cambi di mister Libraro mutano l’assetto della squadra torrese ma il risultato finale è ormai scritta. Negli ultimi scambi c’è anche l’esordio stagionale per il secondo palleggiatore Ferreri che guida la squadra al 25-21 finale.
Il 3-0 finale assume un sapore ancor più dolce quando da Terracina e Veroli giungono due risultati molto favorevoli alla classifica dell’Alma. Il Terracina, infatti, perde in casa per 3-0 contro il forte Triggiano, ora da solo al secondo posto in classifica, mentre il Veroli, alla ricerca di punti salvezza, batte in quattro set il Cicciano, al secondo ko consecutivo dopo quello di una settimana prima con lo Stabia. Con questa combinazione di risultati, la classifica si accorcia sensibilmente: il Triggiano, secondo, è ad appena 6 punti, il Terracina, che al momento occupa la terza piazza, è a sole tre lunghezze mentre Cicciano e Gaeta, prossime avversarie nel match in terra campana, sono ad un solo punto.
Il prossimo match per la Gaia Energy sarà la trasferta di Terracina: vincere in casa della squadra di Mario Milazzo potrebbe dare una sterzata decisiva e significativa al campionato della squadra di Michele Romano che potrebbe così concedersi una positiva e rigenerante sosta natalizia col morale alle stelle.

Autore/Fonte: Ferdinando Giacobelli - addetto stampa Gaia Energy Alma Mater

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.