Home > Appuntamenti > Ercolano: il 19 dicembre tutti in piazza per festeggiare la legalità.

Ercolano: il 19 dicembre tutti in piazza per festeggiare la legalità.

giovedì 16 dicembre 2010, di Felicia Liguori


Ercolano. Spirito di legalità e lotta contro ogni forma di crimine: sono queste le motivazioni che hanno spinto l’Assessorato comunale alla Cultura, Eventi e Turismo, in collaborazione con le associazioni “Ercolano Viva”, “Aeop Guardie Ambientali” e “Hippocampus”, ad organizzare il 19 dicembre, alle 11.00, la prima Festa della Legalità.
A piazza Pugliano, centro storico e simbolo della criminalità, si terranno, con scuole, associazioni e tutta la cittadinanza, incontri e dibattiti sul tema della legalità e sulle strategie da mettere in campo per contrastare la criminalità.
Negli ultimi anni sono state molte ad Ercolano le iniziative volte a contrastare questa dura piaga: dalla creazione dello sportello antiracket, ai continui interventi delle forze dell’ordine, alle manifestazioni, al lavoro di Radio Siani, la web radio nata per sensibilizzare i giovani sul tema delle mafie e poi renderli partecipi alla vita sociale, politica e culturale del paese.
Per non dimenticare l’azione dell’associazione antiracket “Ercolano Libera” presieduta da Raffaella Ottaviano, imprenditrice che ha avuto il coraggio di denunciare chi le aveva chiesto il pizzo. Sono tanti i commercianti in città, e in tutta la provincia di Napoli, che hanno detto NO al pizzo aderendo a “Pago chi non paga”, la prima guida per il consumatore con l’elenco degli imprenditori napoletani che non pagano più la criminalità organizzata, nata su iniziativa della FAI, Federazione antiracket italiana, e del Coordinamento Napoletano delle Associazioni Antiracket.
Oltre alle forze dell’ordine, in piazza saranno presenti le associazioni antiracket “Ercolano Libera”, il Forum dei Giovani e Radio Siani, che trasmetterà la diretta dell’evento.
Prevista anche la presenza di Tano Grasso, presidente onorario della Fai, di Nino Daniele, ex sindaco di Ercolano e oggi presidente della Scuola della legalità, di Luisa Bossa, parlamentare e componente della Commissione Antimafia, e di don Tonino Palmese, referente campano di Libera, l’associazione che da 15 anni si batte, su tutto il territorio nazionale, contro le mafie.
Nel corso dell’evento le autorità comunali, nelle persone dell’Assessore alla Cultura, Pasquale Vitiello, e l’Assessore alla Legalità, Ferdinando Pirone, consegneranno a tutte le realtà impegnare nella lotta al crimine una targa di riconoscimento per l’impegno e il lavoro profusi sul territorio cittadino.
Una città, dunque, che si batte contro la criminalità per portare lo spirito della legalità sempre più nell’animo della popolazione: è questo il messaggio degli organizzatori

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.