Home > Sport > Un match da autentiche "Guerriere" per l’Arzano Volley

Un match da autentiche "Guerriere" per l’Arzano Volley

Contro le brindisine del San Pietro Vernotico la compagine di mister Antonio Piscopo tirano fuori le unghie per avere la meglio sulle fortissime avversarie, alla vigilia dell’incontro appaiate in classifica alle napoletane. Una super Nunzia Campolo, best scorer con 26 punti all’attivo, trascina le compagne ad un successo che potrebbe dimostrarsi determinante per la promozione diretta nella terza serie nazionale.

lunedì 10 gennaio 2011, di Mauro Romano


Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Una battaglia durata circa due ore tra le prime della classe che si affrontavano per mettere un piede avanti all’altra sul terreno della Pala Martiri di Arzano; Skilo San Pietro Vernotico e Marianna Guerriero Arzano hanno dato vita ad un match forse un pochino al di sotto delle aspettative dal punto di vista tecnico, con alcuni errori grossolani sia dall’una che dall’altra parte, ma che sotto il profilo agonistico è stato sicuramente uno spettacolo senza eguali per i quasi 400 spettatori accorsi da ogni parte della Campania e con un nutrito gruppo di sostenitori che ha seguito le ragazze di Carratù dalla provincia di Brindisi. Un Pala Martiri quindi gremito all’inverosimile, che già un’ora prima dell’inizio della gara aveva esaurito la propria capienza di posti a sedere ma in cui sono confluiti ancora dopo l’inizio spettatori che hanno trovato posto solo in piedi, ma pur di assistere a “La partita” hanno accettato di buon grado la cosa. Inizio di gara subito in salita per l’Arzano con il San Pietro che si porta avanti di qualche punto approfittando della tensione che tiene a freno le ragazze di Piscopo e mantiene il vantaggio fino al secondo time-out tecnico sul 14-16, ma le arzanesi non ci stanno e la battaglia si accende, con uno scambio di colpi che porta il risultato fino al 20-21; ad un solo punto di svantaggio vengono poi fuori Campolo e Vinaccia che trascinano le compagne avanti ed infine è capitan Totaro a chiudere in battuta il set fissando il punteggio del primo parziale sul 25-22. Il secondo set inizia nuovamente con il San Pietro che cerca di riportarsi in partita e di guadagnare vantaggio per non far scappare l’Arzano, e riesce nuovamente ad andare al primo time-out tecnico con un vantaggio di 3 punti (5-8) che sembra potergli dare qualche chances di riaprire il match, ma Campolo è decisamente in giornata di grazia (alla fine saranno ben 26 i punti realizzati dalla top-scorer dell’incontro) e coadiuvata da Sforza e Russo, rimettono la gara sul binario giusto portandosi sul 16-11 al secondo time-out e chiudendo poi il secondo parziale sul 25-16, punteggio che non ammette repliche e che sembra definitivamente dare il la alla vittoria finale. Ed infatti anche nel terzo parziale l’Arzano sembra oramai avere la vittoria in pugno, sempre avanti fino ad un 21-16 che sembrava oramai aver decretato la fine della gara a favore delle bianco-blu (soprattutto dopo l’infortunio accorso a Scialacomo che a seguito di un attacco si procurava una distorsione alla caviglia piuttosto grave, ed a cui vanno i nostri migliori auguri di una pronta guarigione), ma la troppa sicurezza o il pensare che oramai la gara fosse già vinta, complici anche un paio di disattenzioni difensive, permettevano al San Pietro di annullare ben 2 palle match ed infine di portare a casa il parziale con il 24-26 finale. Una partita che sembrava riaprirsi e l’incubo di una “remuntada” che sembrava affacciarsi sul Pala Martiri con i tifosi del San Pietro rinvigoriti dal parziale recuperato in extremis ad incitare le proprie atlete in campo. Ma non erano da meno i tifosi arzanesi che senza perdersi d’animo hanno cominciato a spingere avanti ed a dare coraggio alle guerriere di coach Piscopo, facendo sentire loro tutto il proprio calore e la loro fiducia nelle capacità e nella bravura di una squadra che non è seconda a nessuno e che deve dimostrarlo sempre, in qualsiasi condizione. E così le squadre rientravano in campo per darsi battaglia fino all’ultimo colpo, e questa volta era proprio l’Arzano, preso di nuovo per mano da Campolo, a guidare le danze, con un vantaggio che si andava man mano consolidando, (8-4 e 16-10 i parziali ai due time-out tecnici). A questo punto erano le pugliesi a non voler mollare la presa, ed approfittando di una Presicce in grande spolvero e di un black-out improvviso della ricezione dell’Arzano, riuscivano a recuperare lo svantaggio ed addirittura a portarsi avanti sul punteggio di 20-21. Lo spettro del tie-break sembrava voler prendere sempre più forma, ma coach Piscopo non demordeva ed incitava le sue ragazze a provarci sempre in ogni modo, a mettere in pratica quanto era stato studiato e provato nel duro allenamento in settimana; e così venivano fuori alla grande il servizio di Russo ed i muri di Vinaccia che uniti all’inarrestabile vena realizzativa in attacco di Campolo mettevano fine alla partita con il risultato finale di 25-21. Vittoria piena ed un grido liberatorio partito dalla panchina ed amplificatosi per tutto il Pala Martiri che ha salutato con un’ovazione di gioia la capolista assoluta del campionato: Marianna Guerriero Arzano Volley; 11 vittorie, 33 punti; e da questa sera capolista solitaria del girone H di B2 femminile.

Marianna Guerriero Arzano (NA) – Skilo San Pietro Vernotico (BR) 3 – 1 (25/22 – 25/16 – 24/26 – 25/21)

Marianna Guerriero Arzano: Campolo N. (26) – Sforza (12) – Cozzolino (2) – Vinaccia (13) – Russo (13) – Totaro (4) – Guida (L) – N.E.: Piscopo E. – Pavia – Sicuranza – D’Auria – Bianco – All.: Piscopo A.

Skilo San Pietro Vernotico: Scialacomo (4) – Presicce (21) – Scaglioso (6) – Chionna (2) – Carrozzo (10) – Ristits (11) – Cristofaro (4) – Milone (1) – Scilipoti (0) – Gambini (L) – NE: Romano – All.: Carratù

Arbitri: Caretti (Roma) – Grassia (Roma)

Spettatori: 400 circa Durata: 2 ore circa

Autore/Fonte: Ufficio Stampa Arzano - Rino Nunziata

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.