Home > Politica > Poggiomarino. L’ex consigliere Miranda scrive ai cittadini: il simbolo del (...)

Poggiomarino. L’ex consigliere Miranda scrive ai cittadini: il simbolo del Pdl sarà suo?

domenica 16 gennaio 2011, di Giovanna Salvati


Poggiomarino. “Miei cari concittadini ciò che si è consumato il 22 dicembre 2010 ha dell’incredibile anche a raccontarlo come se fosse un romanzo fantastico per bambini dotati di una fervida immaginazione”.Cosi inizia la lettera ai cittadini scritta dall’ex consigliere comunale Gianfranco Miranda. “Sulla bocca di tutti coloro che frequentano la piazza c’era un sola parola, una sola notizia che veniva divulgata in un tam-tam spasmodico “il Sindaco Vistola e la sua amministrazione non sono più in carica”. Dopo essersi saziati nella divulgazione di questa notizia – continua Miranda - contornandola di varie sfumature e aneddoti vari sul come ed il perché, neanche fosse stato il più lauto e succulento pasto di fine anno, non hanno saputo dare risalto alla notizia più importante che va divulgata, a mio parere, affinché ci fosse una presa di coscienza unanime e cioè che le ultime 5 amministrazioni, “quelle con nomina diretta del candidato sindaco”, non hanno raggiunto la scadenza naturale del loro mandato elettorale”. Un dibattito politico che incalza sempre di più, uno scenario politico che sembra sfornare continuamente papabili alla poltrona pronti ad accaparrarsi il simbolo del Pdl “L’azione politica condita di personalismi ed individualismi, per la quale ho sempre cercato di contrastare, - continua Miranda - al fine di trovare un amalgama “eterogenea” idonea alla risoluzione dei problemi che affligono la nostra amata città, ha avuto il sopravvento. Ciò che ho cercato di intraprendere con le mie dimissioni “dare inizio ad un nuovo corso politico”, programmare politicamente con un confronto basato sulla coerenza, trasparenza e sulla fiducia reciproca, è stato vanificato dall’azione di “un singolo” che forse si è dimenticato di cosa vuol dire la parola “confronto” prima di agire. Io non cerco i motivi che hanno portato “i 12” ha compiere tale azione né voglio che siano accusati dalla schiatta dei “Vastola“ di una azione vile e vuota di significato politico, la mia è una lettera che parla al cuore dei poggiomarinesi, quelli che non frequentano la così detta piazza, quelli non schierati i così detti “moderati” che con il loro voto hanno contribuito a destra e a manca all’elezione del primo cittadino di Poggiomarino. A loro io mi rivolgo affinché possano scegliere con accuratezza sia il primo cittadino di Poggiomarino ma anche coloro che comporranno il Consiglio Comunale, perché possano con il loro diritto e dovere di cittadino esprimere la scelta prima di un uomo onesto e sensibile alle problematiche della nostra citta’ e che poi possa dimostrarsi un valido “consigliere”.Sarà lui il candidato per il Pdl?

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.