Home > Cronaca > San Giuseppe Vesuviano. Cinese fantasma:gli vengono notificate (...)

San Giuseppe Vesuviano. Cinese fantasma:gli vengono notificate 51contravvenzioni ma lui non esiste più

domenica 16 gennaio 2011, di Giovanna Salvati


San Giuseppe Vesuviano. Che la comunità cinese avesse per qualche strana ragione la capacità di mimetizzarsi con molta facilità nella cittadina sangiuseppese era ormai risaputo, ma di qui a diventare fantasma, siamo di fronte ad un vero e proprio giallo. Un assurdo mistero quello che avvolge lo strano caso verificatosi nel pomeriggio di ieri nella cittadina vesuviana , dove un cinese sembra essere diventato un vero e proprio fantasma: gli vengono notificate ben 51 contravvenzioni, ma lui sembra essere scomparso, se non addirittura, mai esistito. Vigili visionari o cambio d’identità? E soprattutto ora chi paga? Troppi interrogativi per un caso, mai, prima d’ora, verificatosi, una storia bizzarra, una vicenda assurda dove tanta è la perplessità degli agenti della polizia municipale e ancor di più delle istituzioni locali, e nel frattempo scoppia la protesta dei cittadini “anche lui deve pagare la multa”, si ma dov’è finito? Circa cinquantuno le contravvenzioni: dal divieto di sosta all’intralcio al traffico, ai sensi unici alla mancata precedenza, per finire all’eccesso di velocità. Tutte multe raccolte nel giro di cinque mesi, inviate al proprietario del veicolo ma ritornate abbondantemente indietro alla centrale della municipale ed ora al vaglio dell’Assessore alla Polizia Municipale, nonché vicesindaco Francesco Santorelli che perplesso commenta “è tutto cosi inverosimile”. Tutto cosi illogico se si pensa che l’uomo, un 36enne Yang Yung Hi, sembra essersi volatilizzato nel nulla. Di lui nessuna traccia: scomparso dal suo domicilio,non risulta proprietario di nessun autoveicolo perché nemmeno l’autovettura con la quale avrebbe contratto le contravvenzioni sembra essere stata reperita,nessuno lo conosce, nessuno lo ha mai visto, completamente scomparso, di lui nessuna traccia se non quella di agenti della municipale che avrebbero raccolto le trasgressioni e seguita la normale procedura. Violazioni che varia da un minimo importo di 28 euro sino a quello di 100 euro, ma tutte purtroppo non notificate al destinatario. Quando gli agenti della municipale hanno visto recapitarsi le cinquantuno violazioni del codice della strada non notificate hanno ricontrollato ai terminali le generalità dell’uomo, e dopo numerosi riscontri non hanno potuto far altro che convenire di aver dinnanzi un trasgressore fantasma. “Sono rimasto senza parole – ha commentato il vicesindaco Santorelli – un caso strano che senza dubbio solleva e per certi versi rispolvera un allarme sociale di una comunità cinese, cosi ben radicata sul nostro territorio, che riesce persino a sparire,o forse, ed è questa l’ipotesi al momento più accreditata, a effettuare cambi di identità, rubandola talvolta a chi magari risulta nemmeno essere deceduto. Ma che la comunità cinese sia abile nel dissolversi sembra ormai una certezza, che non si stia consumando anche a San Giuseppe Vesuviano un caso analogo al villaggio di Kangbashi? In quel caso però a sparire non fu un solo cinese ma circa cinquemila persone.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.