Home > Attualità > Assemblea per campagna referendaria ACQUA PUBBLICA

Assemblea per campagna referendaria ACQUA PUBBLICA

Stasera, alle ore 18,30 l’incontro avverrà presso il luogo scelto dal Comitato Civico per la Difesa del Diritto dell’Acqua, la Chiesa dell’Immacolata in piazza Matteotti, simbolo della lotta di un’intera comunità per l’acqua pubblica. All’iniziativa saranno presenti due ospiti d’eccezione: Claudio Jampaglia, autore del best seller "Salvare l’acqua" e don Aniello Tortora, responsabile diocesano per le questioni sociali e la salvaguardia del ’Creato’.

mercoledì 19 gennaio 2011, di Mauro Romano


COMUNICATO STAMPA

Un incontro per lanciare con grande anticipo la campagna referendaria per l’acqua pubblica, con un occhio sempre aperto alle vicende locali e alle recenti aperture di credito nei confronti dell’Ato3. Sono i temi dell’assemblea pubblica promossa a Nola mercoledì 19 gennaio alle ore 18.30 dal Comitato civico per la difesa del diritto all’acqua, che proprio in questi giorni compie sei anni di vita. Il luogo scelto dal Comitato è sempre la Chiesa dell’Immacolata in piazza Matteotti, simbolo della lotta di un’intera comunità per l’acqua pubblica. All’iniziativa saranno presenti due ospiti d’eccezione: Claudio Jampaglia, autore del best seller "Salvare l’acqua" e don Aniello Tortora, responsabile diocesano per le questioni sociali e la salvaguardia del creato. Una doppia testimonianza per sottolineare il ruolo che ha avuto la significativa esperienza nolana negli ultimi anni e la necessità di mettere in rete le diverse situazioni locali. Il libro "Salvare l’acqua", recentemente pubblicato da Feltrinelli, presenta un’immagine fedele delle mobilitazioni popolari emerse in tutto il Paese, dalla Sicilia dove centinaia di amministratori locali si alleano per bloccare la privatizzazione ai parroci del Sud che aprono le chiese ai movimenti, ai tanti Comuni della pianura padana che combattono le decisioni varate dal governo nazionale. Fino a parlare di Nola e della sua vicenda che ha visto laici e cattolici uniti, in difesa dei beni comuni ad iniziare appunto dall’acqua, una risorsa insostituibile e fragile, bene necessario, inalienabile, di tutti.

Intanto, a tenere banco è la storica questione che vede contrapposti gli utenti nolani alla Gori Spa: <>.

COMITATO CIVICO PER LA DIFESA DEL DIRITTO ALL’ACQUA

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.