Home > Appuntamenti > Teo Teocoli a Napoli con lo show “Unplugged”.

Teo Teocoli a Napoli con lo show “Unplugged”.

mercoledì 26 gennaio 2011, di Felicia Liguori


Napoli. Dopo il grande successo di “La compagnia dei giovani”, che ha visto nei teatri di tutta Italia migliaia di presenze, Teo Teocoli torna sul palcoscenico riproponendo lo show in chiave “Unplugged”, raccontando della sua vita, in un rapporto dal vivo con il pubblico.

Il debutto a Napoli il 27 gennaio, alle 21.00, al Teatro Diana, insieme al suo amico e collaboratore Mario Lavezzi. Cantante, imitatore, comico, conduttore, attore Teo muove i primi passi nel tempio della comicità di qualità, il celebre locale Derby di Milano, ma è in tv che nascono i suoi personaggi celebri e amatissimi dal pubblico e le sue spassose imitazioni.

Il popolare attore andrà in scena fino al 29 gennaio e riproporrà personaggi come il direttore-giornalista sportivo Felice Caccamo, Adriano Celentano e Cesare Maldini per passare poi a Ray Charles e Ronaldinho, ripercorrendo, attraverso racconti divertenti e aneddoti irresistibili, la sua idea d’Italia. Un viaggio esaltante che emozionerà e coinvolgerà intimamente il pubblico, grazie al rapporto diretto che solo il teatro può dare.

Come sempre, con grande esperienza, Teo baserà lo show sull’arte dell’improvvisazione, di cui è maestro e artefice, mentre Mario Lavezzi, produttore musicale, autore e cantante, oltre a spalleggiare il comico, aprirà lo spettacolo proponendo alcune delle sue canzoni. Uno spettacolo da non perdere in cui divertimento e competenza non mancheranno di sicuro.

Calendario:

Giovedì 27 gennaio ore 21.00 - Venerdì 28 gennaio ore 21.00 - Sabato 29 gennaio ore 21.00.

Prezzi:

Poltrona € 40,00 + 4,00 - Poltroncina € 30,00 + 3,00 - Galleria € 20,00 + 3,00.

Info: www.teatrodiana.it

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.