Home > Politica > Pollena Trocchia, cresce l’Udc mentre si dimette Fiorillo da capogruppo del (...)

Pollena Trocchia, cresce l’Udc mentre si dimette Fiorillo da capogruppo del Pdl

mercoledì 26 gennaio 2011, di Gennaro Addato


Protocollata al Comune mercoledì scorso, la lettera con cui l’ex-vicesindaco di Pollena Trocchia ha comunicato ufficialmente il passaggio al partito di Casini è stata accolta senza troppi allarmismi dalla maggioranza cittadina. “La storia politica di Giovanni Onore era segnata, il passaggio all’Unione di Centro non è stato nient’altro che un ritorno su un vecchio percorso” ha sostenuto Pasquale Fiorillo, giovane consigliere di maggioranza al centro di un’altra questione non ancora chiarita per la quale ha recentemente rassegnato le dimissioni dalla carica di capogruppo. Il salto al centro dell’ex vice-sindaco, eletto nella lista “Insieme per costruire” nel maggio 2008 e sollevato dall’incarico dopo due anni e mezzo, è stato sancito da un manifesto a doppia firma Onore-Di Fiore dal contenuto fortemente polemico nei confronti del centro-destra cittadino. In perfetta sintonia con lo stile fino ad ora messo in campo sui manifesti affissi in questi ultimi mesi dal partito centrista del paesino vesuviano il consigliere comunale ormai in quota UDC e il commissario cittadino hanno attaccato duramente il sindaco Pinto sulla questione dell’ampliamento del cimitero comunale (approvata con delibera di giunta n°264 del 17 dicembre 2010). “Il loculo longitudinale più economico proposto dal sindaco 2.300 euro mentre nel precedente progetto il costo era di 1800 euro. Il loculo più costoso proposto dal sindaco 2.600 euro nel progetto precedente 2.100 euro”. Fin qui numeri, poi la silurata dritta sul bersaglio: “Sempre 500 euro in più a carico del cittadino e nelle tasche di chi opera”. Si rivolge alla popolazione l’ultima parte del manifesto che invita a formare “un comitato per la difesa dei diritti e degli interessi dei cittadini contro ogni forma di malgoverno e speculazione”. A rispondere alle pesanti accuse sempre Fiorillo: “Diffido gli esponenti dell’UDC dall’utilizzare questi termini, la prossima volta ne risponderanno sicuramente a tutto il gruppo di maggioranza. Per la cronaca – aggiunge – il vecchio progetto per l’ampliamento del cimitero è stato recuperato proprio per evitare speculazioni. Gli aumenti erano necessari e, nonostante tutto, il successo dell’iniziativa è stato enorme. L’operato di quest’amministrazione è trasparente, come dimostrano tutti gli atti che pubblicizziamo. L’opposizione non faccia solo critica, ma proponga e sia costruttiva”.

Messaggi

  • Per essere più chiari: gli aumenti sono rispetto al project financing, il quale però prevedeva una gestione privata che avrebbe punito pesantemente le tasche dei cittadini. L’Amministrazione Pinto ha recuperato il progetto precedente, individuando l’autofinanziamento come strumento per la realizzazione, senza variare i costi del progetto precedente all project financing. Inoltre anche il consigliere Onore si è battuto molto contro lo strumento del Project Financing, mettendo in campo una raccolta firme contro tale progetto, ai tempi della sua militanza nell’UDEUR.

    Pasquale Fiorillo

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.