Home > Attualità > “Cani ecologici” per promuovere la differenziata

“Cani ecologici” per promuovere la differenziata

domenica 6 febbraio 2011, di La redazione


S.Anastasia.I cani differenziano i rifiuti e stimolano così i bimbi a fare altrettanto. Il messaggio del progetto di “Facciamo la… differenza!”, presentato ieri mattina al “Vulcano Buono”. “Intervenire con i bambini è il veicolo più veloce ed efficace per lanciare il messaggio”, ha detto il sindaco di Sant’Anastasia Carmine Esposito. L’iniziativa è della Federazione provinciale di Napoli dell’associazione Modavi Onlus e dalla società di comunicazione Alabama, testimonial della campagna promozionale Caterina Balivo, giornalista e conduttrice televisiva. Presenti ieri anche la coordinatrice di “Facciamo… la differenza!” Simona Sanseverino, il presidente di Modavi Alessandro Sansoni. Al momento, i Comuni coinvolti come capofila sono Sant’Anastasia, Pomigliano d’Arco e Castellammare di Stabia, ma altri enti si sono già resi disponibili.
“Si tratta di un progetto che ho molto apprezzato sin da subito”, ha spiegato il sindaco di Pomigliano, Lello Russo, “anzi, mi piacerebbe organizzare una dimostrazione come quella cui stiamo assistendo anche a Pomigliano”. Ed Esposito ha aggiunto: “Abbiamo aderito per primi perché il progetto che ci è stato sottoposto ha centrato il tema del cambiamento culturale che bisogna mettere in atto per risolvere la questione rifiuti. E chi, se non i bambini, possono aiutare gli stessi genitori a modificare i comportamenti. Se a questo si aggiunge la dimostrazione che anche il cane di casa, l’animale più amato dai più piccoli, può imparare a depositare i rifiuti nell’apposito contenitore, la formula diventa vincente». Ma per tracciare il percorso in modo lineare e coerente, ha spiegato il primo cittadino di Sant’Anastasia, bisogna insistere di più con gli enti sovracomunali. «La Regione e la Provincia devono sponsorizzare le iniziative, altrimenti i costi ricadono sempre sui Comuni. «Con questi Enti -ha insistito Esposito- aprirò al più presto un confronto: devono comprendere che la buona politica sui rifiuti inizia dai territori ed essi devono accompagnarli nella grande sfida del cambiamento».

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.