Home > Cronaca > Fame nel Mondo, Paolo Russo: “Più acqua per l’agricoltura e meno aiuti a (...)

Fame nel Mondo, Paolo Russo: “Più acqua per l’agricoltura e meno aiuti a pioggia”

“Investimenti certi in progetti strutturali, realizzazione di acquedotti, captazioni sorgive e non vaghi contributi che hanno il solo effetto di mettere a posto la coscienza di chi li eroga”: lo sostiene il presidente della commissione Agricoltura della Camera dei deputati, Paolo Russo prendendo spunto dalla ventinovesima riunione della Fondazione Giovanni Paolo II per il Sahel, fondata 25 anni fa.

venerdì 11 febbraio 2011, di Mauro Romano


COMUNICATO STAMPA - ROMA, 11 FEBBRAIO 2011

“Il numero delle persone che, nel mondo, non hanno adeguato accesso al cibo è pari un miliardo. E le azioni concrete - sottolinea Russo - da mettere in campo per ridare speranza a quelle aree che, come la zona africana del Sahel, soffrono tra siccità e fame sono rappresentate dagli interventi strutturali in favore di un’agricoltura di qualità per la quale occorrono risorse e strategie.

Fondi per adeguare ed ottimizzare le reti di irrigazione, ma anche per potenziare la performance del ciclo delle acque, per migliorare, dal punto di vista delle tecnologie e dei sistemi, le colture preservandole dai tanti flagelli”.

“Proclami e slogan a parte – conclude il presidente della commissione Agricoltura - resta sostanzialmente inascoltato l’appello lanciato nel 1980 da Giovanni Paolo II ai grandi del mondo: la siccità e la desertificazione restano ancora il mortale pericolo delle popolazioni”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.