Home > Cronaca > "Chi sbaglia la raccolta andrebbe multato, a Pomigliano non (...)

Molti sversano senza rispettare l’ordinanza in attesa del nuovo servizio cui sta lavorando l’Enam

"Chi sbaglia la raccolta andrebbe multato, a Pomigliano non succede"

venerdì 11 febbraio 2011, di Felicia Liguori


DA METROPOLIS DEL 11 FEBBRAIO

Pomigliano D’Arco. I cittadini le nuove sentinelle della raccolta differenziata: è proprio un abitante pomiglianese, attraverso una lettera inviata al sindaco, a porre l’attenzione sulla situazione incresciosa che si sta verificando in via Locatelli negli ultimi mesi dove, purtroppo, non tutti rispettano le regole di raccolta differenziata, lasciando che rimangano in strada rifiuti. Ed è lui a chiedere un maggiore controllo. “Per quale motivo gli organi competenti ignorano palesemente una situazione che è sotto gli occhi di tutti?”, scrive nella missiva indirizzata al sindaco, “Non ha senso fare la raccolta differenziata in condizioni simili. Ci sono dei giorni precisi per il conferimento del secco: io, da cittadino, mi aspetto che il Comune sanzioni chi non rispetta il calendario, ostinandosi a gettare i rifiuti indifferenziati in qualsiasi momento della settimana (vedi foto). L’assenza di controllo sul territorio costituisce, a mio parere, un grave disservizio e rende assolutamente inutile gli sforzi di chi, come me, fa le cose secondo le regole”. Errori cui il Comune intende porre rimedio, tanto che a giorni sarà attuata la nuova raccolta differenziata. I particolari saranno spiegati sabato dall’Enam nel corso di una conferenza stampa, durante la quale saranno spiegate in dettaglio le modalità di attuazione della nuova raccolta differenziata. L’Ecopagella e il Professor Riciclo saranno il cuore di “Riciclando”, la campagna di sensibilizzazione per la raccolta rifiuti che coinvolgerà i ragazzi delle quarte e quinte elementari, in prima linea per informare le famiglie e dare il loro voto ai comportamenti e alla sostenibilità ambientale delle abitudini nella gestione casalinga dei rifiuti e della raccolta differenziata. Il Professor Riciclo, invece, contribuirà a trasmettere la cultura della sostenibilità nelle scuole.
“Dobbiamo dare la possibilità ai cittadini di comprendere che bisogna ridurre i rifiuti a monte – ha affermato Nicola Di Raffaele, Top Manager dell’Enam, società a capitale pubblico che gestisce il servizio di raccolta rifiuti nella città di Pomigliano d’Arco – e che va assolutamente intensificata, rispettata, incrementata la raccolta differenziata. Per il raggiungimento di questo importante obiettivo, e la buona riuscita delle attività di sensibilizzazione per una corretta ed efficace gestione dei rifiuti sul proprio territorio, occorre una partecipazione attiva dell’intera popolazione residente, commercianti, uffici, mercati, attività produttive e di servizio, scuole e strutture pubbliche. A Pomigliano d’Arco stiamo lavorando in questa direzione con l’obiettivo di raggiungere il 50% entro il primo semestre 2011”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.