Home > Sport > Volley: Le squadre vollesi pigiano forte sull’acceleratore

Volley: Le squadre vollesi pigiano forte sull’acceleratore

La compagine maschile piega la resistenza degli irpini di Atripalda che riescono a strappare ai napoletani solo un set. La formazione femminile, poi, capolista solitaria in prima divisione, con identico punteggio sbanca Scisciano e si conferma regina indiscussa del campionato di competenza.

martedì 15 febbraio 2011, di Mauro Romano


Una gara tutt’altro che semplice per la Pav Gioia Volla, vice/capolista nel campionato regionale di serie “D” Maschile, che conferma le preoccupazioni della vigilanza, del resto la squadra di Atripalda è quella contro cui il Volla è incappata in una delle due sconfitte del girone di andata e la conferma che la squadra ospite sia una buona squadra che non si deve mai sottovalutare e anzi tenere costantemente sotto pressione, altrimenti farli giocare è un vero pericolo per gli avversari.
Il primo set dopo un buon avvio dei ragazzi di casa, con Borrelli in palla e Di Costanzo in serata di grazia, scorre relativamente tranquillo dopo un inizio punto a punto il Volla prende il volo e chiude abbastanza tranquillamente il set.

Il secondo set vede le due squadre battagliare fino al tempo tecnico dove il Volla è in vantaggio di una sola lunghezza, ci pensa però Petrone a tenere vigile l’attenzione e chiudere nei momenti finali del set, nonostante la ricezione con Vannelli un po’ incerto, non si esprime al meglio, nel finale di set mister Caserta propone il doppio cambio con La Rocca al posto di Borrelli e Zanfardino al posto di Riccio, che nelle tre rotazioni in cui sono in campo gettano le basi per la chiuusura del set che si chiude senza particolari patemi.

Nel terzo set cresce l’incisività della battuta atripaldese e si alza il livello della difesa, dove il libero Spina ben dirige il reparto, nel campo del Volla un po’ di nervosismo in chiusura di set fa perdere lucidità a Panico e la pazienza a Riccio che su decidione arbitrale discutibile, reagisce con veemenza ed è espulso lasciando il campo anzitempo.

La paura che si possa ripetere quanto accaduto all’andata con il doppio vantaggio annullato e con la partita ribaltata, sembra aleggiare come uno spettro sui ragazzi di casa, che forse proprio per scacciare questi timori rientrano in campo con decisione e tengono a debita distanza gli avversari, ancora una volta con Di Costanzo in evidenza, il ritorno di Riccio in regia e con Salvatore che pur non forzando in battuta crea il gap decisivo nel suo turno di battuta, si arriva alla chiusura del set senza ulteriori scossoni.

PAV GIOIA VOLLA – ATRIPALDA 3 - 1 (25-16) (25-21) (21-25) (25-19)

***************************
Trasferta oltremodo insidiosa quella che attendeva la compagine femminile del Volla in quel di Scisciano, non solo per il valore della squadra avversaria, che ha dimostrato di essere ’rognosa’ per tutti, ma anche per la palestra stretta e con poche possibilità di errori in ricezione e difesa e con poco spazio a fondo campo per le battute. Ma purtroppo la palestra di Scisciano non è l’unica realtà dove c’è carenza di strutture e bisogna adottare la classica arte napoletana dell’arrangiarsi.
La partita vede partire bene le ospiti che con Stendardo in battuta mettono subito in seria difficoltà la ricezione sciscianese, dove il libero Iovane dimostra di essere sempre molto solida nel fondamentale, tuttavia con un ace proprio su Iovane e due battute su Caliendo, che rendono complicata la ricostruzione è subito 4-0 per il Volla, un break importante che sarà il fieno in cascina per la squadra vollese, che capitalizzerà al meglio per fare suo il set, nonostante lo Scisciano nel finale di set si avvicini pericolosamente e qualche ingenuità di troppo sotto rete di Di Costanzo non permette di chiudere subito il set, ci pensa Stendardo che con un tocco di seconda chiude il set, pur lasciando dubbiosi sul fallo di seconda linea che non le viene fischiato, ma che le costerà un prosieguo di partita dove potrà palleggiare solo in bagher, per non essere continuamente sanzionata con la chiamata del fallo di doppia, da un arbitro che si contraddistingue per la sua rinomata passione per il palleggio pulito.

Il secondo set infatti si apre subito con due falli in palleggio fischiati alla regista vollese, la valutazione del fallo nel fondamentale sarà penalizzante anche per Zuppa del Scisciano che verrà sostituita da una più esperta Serpico, sarà comunque condizionante per tutto il set il timore di commettere fallo, specie nelle fila vollesi. la tensione generata fa innervosire qualche giocatrice che perde lucidità, il set inizia con un parziale a sfavore di 5-1 con ben tre punti assegnati per fallo di doppia, nonostante mister Crescente tenti di riportare serenità tra le sue, il nervosismo condiziona molto e favorisce gli errori, la battuta vollese è meno incisiva e lo Scisciano ne approfitta con Montagna che a muro comincia a toccare più palloni, Maritato chiamata in seconda linea dà man forte ai fondamentali di ricezione e difesa, Esposito in attacco comincia a passare con più frequenza e nonostante il Volla si porti anche a solo un punto non riesce ad agganciare nel finale di set, che è appannaggio dello Scisciano.

Nel terzo set la determinazione vollese torna in modo concreto con le attaccanti di banda che cominciano a martellare alternando colpi di potenza con Dipilato e Giugliano, a mani e fuori e pallonetto, con Sdino Starace, Aratro si prodiga in difesa e gli scambi pur molto lunghi vedono prevalere le ragazze vollesi.

Nel quarto set l’atteggiamento delle ospiti è ancora più aggressivo e sin dalla battuta che finalmente diventa nuovamente incisiva, specie con Arpaia, spengono sul nascere le velleità delle padrone di casa che non riescono a tenere il passo, lasciando via libera al Volla che incamera altri tre preziosi punti.

New Volley Scisciano-Asd Volley Volla 1-3 (22-25) (25-22) (15-25) (14-25)

Autore/Fonte: Concetta Anacleria

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.