Home > Cronaca > Casalnuovo: nuovi uffici comunali nei beni confiscati alla camorra

Casalnuovo: nuovi uffici comunali nei beni confiscati alla camorra

Già regolarmente funzionanti da martedì scorso, i rinati locali, verranno ufficialmente inaugurati il prossimo 19 febbraio, alle 16,00 alla presenza di Don Luigi Ciotti, il sacerdote da sempre attivo nella lotta alle mafie, e del Prefetto Barbato per l’Agenzia Nazionale Beni confiscati.

mercoledì 16 febbraio 2011


Comune di Casalnuovo di Napoli - Provincia di Napoli
COMUNICATO STAMPA

Sottratti alla criminalità organizzata tornano ad essere patrimonio di tutti. Nei beni confiscati, la nuova sede dell’ufficio anagrafe. Così i noti locali siti lungo via Nazionale delle Puglie n° 386 a Tavernanova, un tempo “supermercati Prisco” confiscati a Donato Prisco, e utilizzati per il riciclaggio del denaro dal clan di riferimento, tornano alla comunità sotto un nuovo aspetto.

Già regolarmente funzionanti da martedì scorso, i rinati locali, verranno ufficialmente inaugurati il prossimo 19 febbraio, alle 16,00 alla presenza di Don Luigi Ciotti, il sacerdote da sempre attivo nella lotta alle mafie, e del Prefetto Barbato per l’Agenzia Nazionale Beni confiscati.

Al loro fianco, insieme alle alte cariche istituzionali ed ai rappresentanti delle forze dell’ordine , anche i familiari di Alberto Vallifuoco, Rosario Flaminio e Salvatore De Falco, vittime innocenti della camorra che, il 21 luglio del 1998, caddero sotto il fuoco spietato di killer in preda ad una vera e propria faida.

A queste tre giovanissime vittime della criminalità, ricordate in quella che per la cronaca passò alla storia come “strage del Pastificio Russo”, è infatti dedicata, con una targa che campeggia all’ingresso della struttura, la nuova sezione dell’anagrafe.

È gradita la partecipazione di un giornalista della testata

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.