Home > Appuntamenti > Una giornata a favore della prevenzione dell’osteoporosi

«Lions» e Comune di Sant’Anastasia

Una giornata a favore della prevenzione dell’osteoporosi

giovedì 24 febbraio 2011, di Mauro Romano


Sant’Anastasia. Una giornata di prevenzione dell’osteoporosi promossa in tandem dai «Lions» e dal Comune di Sant’Anastasia. L’appuntamento, con un convegno e gli interventi di esperti, è per domani, giovedì 24 febbraio 2011, alle 16, 30 presso la biblioteca comunale «Giancarlo Siani». Ad aprire i lavori, il dott. Carmine Esposito, medico e sindaco di Sant’Anastasia. Seguiranno le relazioni di Lucia Iossa, medico psichiatra (Le implicazioni psichiche dell’osteoporosi), Antonio Vitale (medico ortopedico), Angelo Lupoli (Trattamento chirurgico delle fratture), Anna Porricelli (Cinesiologa) e Annarita De Simone (La riabilitazione del paziente osteoporotico e fratturato). L’intento del convegno e della giornata di prevenzione, alla quale hanno lavorato la dott. Lucia Iossa (presidente Lions - Monte Somma Sant’Anastasia), il vicesindaco Ciro Castaldo (politiche sociali) e la dott. Anna Rita De Simone, capogruppo consiliare del Pdl, non è soltanto informativo bensì di promozione per un esame gratuito (MOC) che si potrà effettuare dalle 9.00 alle 12.00 di sabato 26 febbraio. Lo screening è rivolto ai soggetti a rischio, ossia le donne di età superiore ai 55 anni, le donne in menopausa precoce, le persone in terapia con cortisone per più di 3 mesi, quelle affette da artrite reumatoide o altre connettiviti, i soggetti dalla storia familiare con fratture vertebrali o del femore, o quelli con pregresse fratture del polso o altri segmenti per traumi lievi. Le persone che non rientrano in questi casi non potranno effettuare l’esame. Per prenotazioni ci si può rivolgere al numero 333.5320131.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.