Home > Cronaca > San Giuseppe Vesuviano/Terzigno. La voce degli angeli della 328 "non (...)

San Giuseppe Vesuviano/Terzigno. La voce degli angeli della 328 "non tagliateci le ali"

venerdì 25 febbraio 2011, di Giovanna Salvati


San Giuseppe Vesuviano/ Terzigno: Vertice flop al comune. Lavoratori 328 in protesta: non ricevono lo stipendio da giugno. “Da dieci anni ho scelto di aiutare gli anziani , di ascoltare e cercare di recuperare i minori a rischio ma soprattutto i diversamente abili, tutte categorie che costano sacrificio, pazienza ma soprattutto amore senza confini, il tutto senza ricevere da nove mesi nemmeno più un contributo economico”. Non è una storia qualunque, e non è l’unica. Non si tratta di angeli ma di uomini e donne, lavoratori precari dell’ambito 9, che hanno scelto come professione una missione: aiutare il prossimo. E cosi in centinaia , ieri mattina sono scesi in un sit in di protesta dinnanzi al municipio di San Giuseppe Vesuviano insieme per rivendicare i loro diritti ma soprattutto i loro compensi che ormai sono solo un miraggio ed una speranza. Fondi bloccati dal 3 dicembre, circa 705mila congelati dal governatore Caldoro, nonostante le quote di compartecipazione dei sette comuni dell’ambito siano stare regolarmente versate. E cosi ieri mattina, mente i rappresentati dei comuni dell’intero ambito San Giuseppe Vesuviano, comune capofila,Palma Campania, Striano, San Gennaro, Poggiomarino con i loro rappresentanti (unico assente Ottaviano) cercavano di discutere in un incontro istituzionale e trovare un imminente decisione, dinnanzi al portone d’ingresso manifestanti cercavano di urlare i loro diritti violati. “Non ci interessa di chi sia la responsabilità – ha spiegato una rappresentate delle cooperative presenti – vogliamo solo che ci diano quello ci spetti, ma soprattutto che non decidano di tagliare fondi ad un servizio importante e fondamentale”. Ogni giorno i lavoratori promuovono assistenza a domicilio a tutte le categorie più deboli, senza di loro tantissimi anziani non avrebbero compagnia, chi li aiutasse quotidianamente. Tanti diversamente abili senza questi piccoli angeli non potrebbero svolgere riabilitazione e minori in difficoltà integrazione. Importante e delicato l’intervento del Presidente del Forum Metafelix di Terzigno Renato Apuzzo “Non si può fare discriminazione verso uomini e donne di cooperative sociali che ogni giorno si dedicano a chi ha bisogno di un aiuto. Lo fanno con i fatti e non possono assolutamente rimanere voci nel deserto”. Ma l’altra faccia della protesta ha consegnato anche un pizzico di omertà verso tante donne che hanno deciso di tacere “ già non ci pagano e se poi perdiamo anche questo lavoro?”. Ma nel frattempo nemmeno nessuna risposta è arrivata dalla parte politica e gli stessi commissari di
San Giuseppe Vesuviano, che gestiscono ora la macchina amministrativa e su cui grava ora la responsabilità piena di comune capofila, hanno saputo dare risposte delegando i responsabili di settore. Ma chi deciderà cosa? E soprattutto quando? Per ora il disagio continua a rimanere, e dopo l’incontro flop di ieri mattina, l’appuntamento è fissato nuovamente per Mercoledi prossimo, dove esponenti politici e tecnici si rincontreranno per cercare una nuova soluzione, o almeno si spera.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.