Home > Attualità > Pomigliano. Sede dell’Asl chiusa, i disagi dureranno ancora una (...)

Pomigliano. Sede dell’Asl chiusa, i disagi dureranno ancora una settimana

sabato 26 febbraio 2011, di Nicoletta Romano


DA METROPOLIS DEL 26 FEBBRAIO

Pomigliano d’Arco. Ancora un’altra settimana di disagi per i cittadini di Pomigliano d’Arco. La riapertura del distretto Asl di Piazza Sant’Agnese dovrebbe arrivare il 7 marzo. Nel frattempo le code allo Sportello per le informazioni si allungano, ed i cittadini si augurano, quanto prima, di tornare alla normalità. I lavori di ristrutturazione ai locali dell’azienda sanitaria sono cominciati agli inizi di febbraio e, così come previsto dall’amministrazione comunale, dovrebbero terminare agli inizi di marzo. La struttura necessitava di alcuni lavori di ristrutturazione causati dalle perdite idriche che, con il tempo, avrebbero compromesso lo stato dei locali. Per assicurare l’assistenza sanitaria alla cittadinanza, il governo cittadino ha spostato gli uffici amministrativi presso la sede dislocata della 219 e gli ambulatori specialistici presso strutture localizzate al di fuori del territorio comunale. Per facilitare gli spostamenti dell’utenza è stato anche attivato un servizio navetta temporaneo che trasporta i cittadini da Piazza Sant’Agnese alle sedi dislocate della struttura. L’opposizione politica cittadina, però, con manifesti affissi in città e con dei volantini distribuiti ai cittadini in piazza, ha voluto dire la sua circa la chiusura della struttura sanitaria. “Il Partito Democratico chiede alla dirigenza aziendale dell’Asl Na3 Sud ed all’amministrazione comunale di avviare una capillare campagna informativa per far conoscere alla cittadinanza le temporanee soluzioni logistiche individuate “ si legge nel volantino. La minoranza in consiglio contesta la scorsa informazione circa l’evoluzione della vicenda ed anche una perdita di ruolo della città circa le attività socio – sanitarie. “La nostra città ha avuto per anni un ruolo centrale nelle attività socio-sanitarie, oggi la situazione appare cambiata; invece di realizzare l’ospedale a Pomigliano si chiude la clinica San Felice nel silenzio generale”, si legge ancora nel volantino. L’amministrazione fa sapere di aver ridotto al minimo i tempi dei lavori e pensa già al futuro. Il sindaco Russo, infatti, insieme al responsabile del settore logistico, Walter Tiani, ha concordato la necessità di installare una macchinetta automatica per l’erogazione dei ticket. Il servizio, che dovrebbe evitare all’utenza le interminabili code agli sportelli, dovrebbe essere già attivo al momento della riapertura del distretto.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.