Home > Attualità > Un blog per unire la sinistra

Un blog per unire la sinistra

lunedì 26 novembre 2007, di Giovanna Salvati


OTTAVIANO: Riceviamo e con piacere pubblichiamo il seguente comunicato stampa inviatoci da un nostro lettore.

Ottaviano – Un blog per unire la sinistra
E’ questa l’ultima trovata di alcuni cittadini e militanti di sinistra di Ottaviano, la realizzazione di un blog (www.ottavianesi.it) utilizzato come agorà virtuale, come luogo più ampio di un circolo, associazione o sezione di partito, dove poter discutere di Ottaviano. Uno spazio in cui non è necessario inserire una chiave per entrare, un luogo senza orari, dove potersi confrontare.
“Un tempo la politica permeava tutti gli spazi e la discussione e il confronto erano quotidiani – spiega Marco Antonio Giorgio uno degli ideatori del blog - oggi ognuno di noi sembra non avere tempo a sufficienza per le esigenze quotidiane, figurarsi per la politica. Ecco che anche quelle due ore di incontri settimanali per confrontarsi sulle necessità del paese costano fatica e stress. Nasce quindi la necessità di trovare, non luoghi diversi, ma aggiuntivi nei quali poter impostare una discussione, un confronto. Questo non significa eliminare la discussione quella dove ci si guarda negli occhi, ma aggiungere altre modalità di confronto”.
Il percorso politico volto alla realizzazione di una sinistra unita a livello nazionale e locale, ad Ottaviano inizia a prendere corpo con un segno tangibile di apertura, fortemente voluto, un blog che mira a promuovere una prospettiva unitaria e si propone di dare voce a quanti spesso non si sentono rappresentati. “Svolta a Sinistra” blog tutto ottavianese, intende facilitare lo scambio e la comunicazione tra i protagonisti della sinistra ad Ottaviano, ma anche tra i cittadini insoddisfatti che sentono la necessità di prospettive comuni per unire più che dividere la sinistra nel paese ai piedi del Vesuvio.
“Il crescente senso di partecipazione della gente alla politica – afferma Michele Andonaia esponente di Sinistra Democratica tra i promotori del blog - in quest’ultimo periodo è un dato che deve far riflettere. Milioni di cittadini alle primarie del Partito Democratico, alle manifestazioni a Roma, sin anche al V-Day del comico Grillo sono segnali di una volontà partecipativa non più demandabile ma sentita e interessata. Davanti a tale fenomeno e nella consapevolezza di saper leggere la storia e i suoi cambiamenti, può la sinistra restare alla finestra? Bisogna uscire dal ‘900 non con la volontà di resettare tutto e tutti in una furia iconoclasta di vissuti ma con la lungimiranza di dare alle esperienze passate l’humus fondante del futuro. Il nostro Comune è amministrato da tre anni da una giunta di centro-sinistra. Abbiamo vinto allora perché i cittadini della nostra città vedevano, e vedono, in noi la possibilità di un cambiamento. Bisogna osare di più.”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.